• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

765 visite

Vacanze? 5 consigli per mangiare in tutta sicurezza

Gli alimenti da portare con sé in auto, treno, aereo o barca per evitare problemi di stomaco

Chi prima, chi dopo, ci prepariamo a partire per le vacanze. E inevitabilmente ci ritroveremo a dover risolvere un problema importante: come mangiare, quando saremo in viaggio, se non vogliamo ingrassare o rischiare i tipici problemi collegati a queste situazioni: sonnolenza, nausea, difficoltà di digestione o congestioni?

 

I consigli di base

Cominciamo da qualche regola generale. Anzitutto, è fondamentale limitarsi a cibi leggeri, molto digeribili e in dosi molto contenute.

Altro suggerimento: per prevenire il senso di nausea, meglio non partire a stomaco vuoto o, peggio, pieno di caffè, bibite gassate e alcolici che aumentano il malessere. Per combatterlo, può risultare utile succhiare una fettina di limone.

Infine, occhio all’aria condizionata in auto: aumenta il rischio di disidratazione. Se non volete problemi, tenete a portata di mano una bottiglia di acqua (meglio non frizzante) a temperatura ambiente.

 

Sai quali farmaci portare in viaggio? Scoprilo con IL TEST

 

 

Se viaggi in auto

È il mezzo di spostamento verso le vacanze più usato e anche quello più sottovalutato, dal punto di vista di una corretta alimentazione. Spesso, cioè, non facciamo caso alla durata del viaggio, ai pericoli che possono derivare dalla sonnolenza che può prendere alla guida, o al fatto che quando ci si ferma all’ora di pranzo si finisce per mangiare troppo e male. Meglio dunque seguire queste regole:

    • non appena è possibile, fermatevi a una stazione di servizio e sedetevi a mangiare. I nutrizionisti consigliano di orientarsi su una verdura con roast beef o pesce bollito oppure su un piatto di pasta al pomodoro semplice con un po’ di olio e peperoncino fresco (che aiuta a digerire).

 

    • ogni due o tre ore, è consigliabile una sosta per sgranchirsi le gambe e, in caso di languore, puntare sulla frutta, che combatte la disidratazione.

 

  • Attenzione alle bevande troppo fredde: il rischio congestione è sempre in agguato.

 

Leggi anche: Vai in vacanza? ecco le medicine da portare in viaggio

 

Se viaggi in aereo

L’unico vantaggio, rispetto all’automobile, è che l’eventuale sonnolenza non comporta alcun rischio. Vale, comunque, la regola di non eccedere.

I pasti che vengono serviti in aereo raramente sono validi dal punto di vista nutrizionale, ma questo non significa che si debba digiunare: anche se siete a dieta, non sarà certo un singolo pasto che vi farà prendere peso. Magari evitate i dolci e il burro che di solito viene servito insieme con il pane. Evitate anche gli spuntini che vengono offerti durante il volo. E comunque, chiedete sempre se è disponibile della frutta: è una soluzione più sana e aiuta a mantenervi idratati.

A proposito: bevete quanta più acqua possibile o, in alternativa, succhi di frutta. L’ideale sarebbe escludere gli alcolici.

 

Leggi anche: I disinfettanti da portare in viaggio

 

Se viaggi in treno

Avete due alternative: portare il pranzo da casa o mangiare al vagone ristorante. Nel primo caso, preparate un panino fatto con pane croccante (meglio una tradizionale ciabatta o rosetta di un panino all’olio) perché vi costringerà a masticare più a lungo, facilitando la digestione. Farcite con prosciutto crudo, un paio di fette di pomodoro e un po’ di insalata. No a salse tipo maionese o ketchup. Sì a un filo di olio extravergine di oliva.

Nel vagone ristorante, il menu non sempre è vario come quello di un ristorante “di terra”. Quindi, regolatevi così: primi piatti non troppo elaborati, secondi alla griglia o verdure, frutta e tanta acqua.

Come spuntino, sconsigliamo lo yogurt: scossoni e oscillazioni in carrozza potrebbero renderlo indigesto. Meglio un pacchetto di cracker o un paio di biscotti.

 

Leggi anche: Come affrontare  i problemi gastro-intestinali

 

Se viaggi in nave

 

Il problema principale è il mal di mare. Combattetelo anzitutto non esagerando con il cibo, prima di imbarcarvi. Se proprio non riuscite a fare come i vecchi marinai (che mangiavano un po’ di pane duro con un’acciuga), puntate su frutta e verdura oppure sui carboidrati (pane o pasta).

Vietate le salse e i condimenti troppo elaborati. Lo zenzero (che si trova in erboristeria) è un toccasana contro il mal di moto, dunque va benissimo anche per chi si muove in barca o nave.

Come spuntino, uno yogurt alla frutta è perfetto: leggero, digeribilissimo, permette anche di fare un tuffo appena arrivati senza rischiare nulla.

Quanto alle bevande, al contrario degli altri mezzi di locomozione la nave non richiede di eccedere con le quantità: avere molti liquidi nello stomaco favorisce il senso di nausea.

 

Leggi anche: Come prevenire e affrontare gli infortuni in viaggio

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}