• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.647 visite

Quanto sport devono fare i bambini? La risposta dei pediatri

Il decalogo dei pediatri: chi deve decidere, quando cominciare, quale sport scegliere

Quanto sport devono fare i bambini?  Ed a che età devono cominciare? Chi pensava che per  cominciare a far fare uno sport ai bambini occorresse aspettare almeno i 6 anni si sbaglia.  I bambini prima cominciano a svolgere un’attività fisica è meglio è .

A testimoniare i benefici fisici dello sport per i bambini, sin dalle prime fasi di vita è l’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico.

 

Leggi anche: Come un genitore deve favorire la salute dei figli

 

Secondo Susanna Esposito, Direttore dell’Unità e Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP), “un’attività fisica regolare in età pediatrica, anche nei soggetti affetti da Malattie Respiratorie Croniche è un’importante forma di prevenzione dell’obesità che contribuisce, attraverso un aumento del dispendio energetico, a ridurre la massa grassa e ad aumentare quella magra, ed è uno strumento fondamentale per un corretto sviluppo osseo”.

Secondo i pediatri, della Sitip , “l’attività fisica regolare produce, inoltre, rilevanti benefici psicologici: lo sport permette di acquisire una buona capacità di adattarsi ed è una valida arma contro l’ansia e la depressione, la soddisfazione, poi, di imparare sempre nuovi esercizi permette di aumentare l’autostima”.

 

Leggi anche: Come convincere il figlio pigro a muoversi di più

 

C’è poi un’aspetto pedagogico tutt’altro che trascurabile nello sport: “gli sport di squadra migliorano le capacità sociali attraverso la cooperazione con altri bambini e le capacità cognitive attraverso l’esplorazione dell’ambiente e l’acquisizione di nuove esperienze”.

Ma quanto tempo è opportuno che i bambini dedichino allo sport?

Secondo quanto suggerito dall’American Academy of Pediatrics, i bambini dovrebbero fare almeno 30-60 minuti di attività fisica al giorno. “Non esiste un’attività sportiva ideale in assoluto – avverte Susanna Esposito – l’importante è che sia il bambino e non il genitore a sceglierla, che sia divertente, preferibilmente all’aria aperta o in un ambiente ben areato e soprattutto che sia varia e che permetta uno sviluppo armonico delle varie capacità motorie del bambino.

 

Leggi anche: Come scegliere lo sport più adatto a tuo figlio

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}