• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

22.984 visite

Spalla, quando esce sono dolori…

Che cos’è la lussazione, come si riconosce, cosa si può fare subito e quando è necessario ricorrere alla chirurgia

D’estate succede perchè  probabilmente il tempo libero (e la pancetta che d’inverno tenevamo nascosta) ci inducono a fare più sport senza essere allenati; d’inverno accade perchè in settimana bianca o scivolando in bagno cadiamo pesantemente; la spalla è comunque la vittima sacrificale delle nostre cadute accidentali e spesso esce dalla sua sede. E’ allora che parliamo di lussazione della spalla, causato dall’ allentamento della nostra più importante articolazione alta che poi si ripete ogni volta. Che fare?

Le cause della lussazione della spalla



Basta un movimento anche semplice, ma diverso e più brusco del solito. All’improvviso, si ha la sensazione che il braccio sia finito fuori dalla sua normale collocazione nella spalla e si avverte un dolore molto forte: insomma, vi è uscita la spalla.

Tecnicamente, i medici parlano di lussazione ed è un infortunio assai più frequente di quello che si immagini. La spalla, infatti, è l’articolazione più mobile del corpo, dunque anche quella più facile a "saltare".

Il meccanismo di questa articolazione è complesso e fatto di tanti elementi molto delicati. Quando uno di questi meccanismi cede, parliamo dei legamenti che fanno da "tiranti" per mantenere il braccio ben saldo all’interno dell’articolazione, la spalla esce: può capitare per una caduta, per un colpo forte, per un trauma in generale.

In realtà, se i legamenti della spalla sono troppo lenti (come accade soprattutto nelle donne molto giovani e dal fisico poco atletico), la probabilità che la lussazione si verifichi anche per un movimento qualunque, è alta. Così come a rischio sono anche le persone con una muscolatura particolarmente indebolita perché non si è mai fatto troppo sporto perché si è smesso di farlo dopo averlo praticato per tanto tempo.

Spalla lussata, cosa puoi fare subito

La spalla è uscita: come regolarsi nell’immediato? La prima cosa da fare è "ridurre" la lussazione. In termini medici, significa riportare la spalla al più presto nella sua collocazione naturale, in modo da evitare danni ai nervi, ai legamenti e alle strutture ossee.

A volte, può bastare fare da soli, ma spesso bisogna invece correre al pronto soccorso per consentire ai medici di effettuare l’operazione correttamente, grazie a manovre particolari che conoscono solo loro. A quel punto, si rende comunque necessaria una visita dall’ortopedico, così come diventa molto importante non muovere il braccio finché lo specialista non lo avrà controllato.

In concreto, ecco come regolarsi in caso di lussazione della spalla.

1) Mantenete la calma e restate fermi: agitandosi, il dolore cresce e diminuisce la possibilità che la testa dell’omero ritorni  al suo posto da sé. Cercate di rilassarvi respirando lentamente e profondamente.

2) Inclinate il corpo in avanti, cosicché il braccio lussato penzoli nel vuoto: spesso basta questo semplice movimento per far rimettere a posto la spalla da sola (si parla in questo caso di "autoriduzione").

3) Se la lussazione si autoriduce, bloccate subito il braccio al collo: può bastare anche un foulard, ma deve sorreggere il gomito e mantenere il braccio piegato e bene aderente al torace.

4) La spalla non rientra da sé in pochi minuti? Non fate nulla di testa vostra, ma rivolgetevi al più presto a un pronto soccorso vicino.

Una volta ridotta la lussazione (da soli o con l’aiuto di un medico), fatevi vedere da un ortopedico al più presto: vi prescriverà quasi certamente un esame specifico come la radiografia e un tutore come terapia riabilitativa.

Spalla lussata, a cosa serve il tutore

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}