• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

535 visite

Dopo le Feste? 6 cose da fare per scacciare l’apatia da rientro

Passate le Feste si torna alla normale attività: 6 consigli del’esperto per non farsi assalire dalla tristezza del rientro e programmare l’anno nuovo.

apatia da rientro

Riposte luci e decorazioni dell’albero di Natale, smaltiti gli ultimi dolciumi delle Feste, accantonata la delusione di regali non graditi, insomma: terminate le vacanze natalizie, gli italiani si ritrovano a fare i conti con la difficoltà a riprendere il ritmo di sempre.
Di cosa stiamo parlando? Della sindrome da “tristezza da Natale”, o “Christmas blues”, le malinconie natalizie, come le chiamano gli inglesi.
Si tratta di un lieve disagio mentale, un fenomeno da stress che si verifica di solito quando abbiamo vissuto piccoli o grandi cambiamenti rispetto alla vita di sempre. Si può manifestare con sonnolenza, svogliatezza, e soprattutto desiderio di rinviare impegni e problemi. Come venirne a capo? Qui di seguito alcuni suggerimenti per sbarazzarsene al più presto.

 

Aspettatevi qualche piccola delusione
Situazione n°1 – Il periodo delle vacanze è al tempo stesso gioioso e stressante. Abbiamo dovuto comprare regali, ci sono state le feste in famiglia dove non sempre è stato possibile andare d’accordo e le grandi abbuffate… Poi c’è stato il Capodanno con i preparativi, i vestiti, le feste tra amici. Il risultato? La vostra adrenalina sarà schizzata più volte alle stelle. Tornando adesso alla solita routine il vostro spirito potrebbe essere smorzato proprio dalla mancanza di cose interessanti da fare.

 

Situazione n°2 – Se il periodo di Natale e Capodanno non è stato divertente come avevate sperato, potreste sentirvi giù perché non vi siete affatto divertiti. In questo caso potete dirvi che è un sentimento normale e che passerà presto una volta che ritornerete la solita routine.

La soluzione. Guardatevi indietro. Se le ferie degli ultimi due anni sono state caratterizzate dall’umore nero, la probabilità che possa ripetersi nello stesso modo è alto. Ripensate attentamente a quello che avete fatto la volta precedente e a come vi siete rilassati. Vi renderete conto che in genere si tratta di una fase che può essere facilmente risolta.

Situazione n.3 –  Avete fatto un viaggio che ha completamente staccato la vostra mente dalla quotidianità della routine. Siete cioè in una situazione che richiede un riadattamento veloce ad un quadro scenario che avevate accantonato e che al rientro vi assale di nuovo con tutte le sue problematicità. Si chiama sindrome da rientro ed Walter Pasini, specialista in medicina del turismo ha codificato spiegandone le dinamiche .
La soluzione? eccola spiegata dallo stesso Pasini con 6 consigli:

 

Leggi anche: La strategia vincente contro il mal da rientro

 

  1. Guardate ai benefici del post-vacanze

Il lato buono della fine delle festività natalizie è che abbiate avuto la possibilità di fare cose diverse dalla solita routine. E ogni pausa dalla routine fa bene allo spirito.

Un consiglio indolore per riprendere la vita di sempre? Prendetevela comoda, nel lavoro, nello studio, o anche in casa.
Forse questa pausa vi ha fatto vedere la vostra vita, i vostri rapporti da un’altra prospettiva. Se è così, questo è un buon momento per considerare la possibilità di apportare qualche modifica per migliorare la vostra situazione.

 

2. Indulgenti con voi stessi per l’anno nuovo

Fissate dei traguardi che siano realizzabili. Se, per esempio, avete deciso di rimettervi in linea dopo le abbuffate, non pensate di poter smaltire tutti i chili di troppo in una sola settimana, ma fatelo con gradualità.

 

3. Mantenete i contatti

Se durante le festività siete stati in compagnia di parenti e amici, è probabile che possiate sentirvi soli se nel vostro ambiente di lavoro non avete relazioni strette. Cosa fare, allora? Sollevate lo spirito, continuando a rimanere in contatto con amici e familiari, a uscire per fare attività in cui siano coinvolte anche le altre persone che interagiscono con voi.

 

4. Fate nuovi progetti

Fate le cose che vi danno motivo di guardare avanti. Rivivete l´emozione di organizzare cose divertenti, come ad esempio , o iniziare una nuovo corso, dare spazio a un hobby, o iniziare una nuova attività sportiva, oppure, semplicemente andare al cinema. C’è l’imbarazzo della scelta. Scegliete quelle attività che possano soddisfare i vostri interessi e anche il vostro budget, e che sapete possano darvi una scossa positiva.

 

Leggi anche:  Come scegliere lo sport giusto dopo le vacanze

 

5. Puntate su scelte sane

Dopo gli stravizi il vostro obiettivo sarà: mangiare bene e mantenere un regolare esercizio fisico. Il risultato sarà duplice: il vostro umore migliorerà e tornerete a una buona forma fisica.

Per tenere lontana la “sindrome da rientro”, mangiate alimenti che aumentino i neurotrasmettitori della serotonina, alimenti che contengano triptofano come banane, pollame, latticini, e piselli. Fate esercizio fisico che vi darà la spinta a ritrovare il buonumore.

 

Leggi anche: I 5 cibi migliori per disintossicarsi dopo le Feste

 

6. Fate progetti per l’anno che viene

Pianificare eventi interessanti e appaganti per tutto l´anno è un buon modo per calmare il vostro cattivo umore. Pensate quali attività vorreste intraprendere e a quali manifestazioni vi piacerebbe partecipare. Se, per esempio, si desidera viaggiare, cominciate fin da ora a pianificare il viaggio e budget da impiegare.

Ugualmente se avete progetti più importanti come il matrimonio, aver un bambino, o ristrutturare la casa, iniziate a fare progetti fin da subito.

 

Leggi anche: Arredare la casa? Le 4 idee che allontanano le energie negative

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}