• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

6.378 visite

Qualche regola per conservare bene il gelato

Per far sì che il dolce freddo arrivi nelle migliori condizioni dal banco frigo del bar o da quello del supermercato fino a casa, l’Istituto del gelato italiano detta cinque regole a cui attenersi.

1. Il primo morso, dallo con gli occhi
La prima occhiata è fondamentale: visto al di qua del vetro, deve avere un aspetto allettante e non superare il bordo della vasca in cui è esposto. Per ottenere le tipiche (e coreografiche) onde che si vedono nelle vaschette di alcune gelaterie, infatti, vengono usate addensanti artificiali. Non proprio il massimo della salubrità…

2. Trasportalo in un contenitore termico
Ogni scambio di temperatura è negativo per la struttura del gelato. Di solito, i negozi artigianali usano apposite vaschette in polistirolo, che garantiscono la conservazione corretta per un’ora circa. Ma se acquistate un prodotto industriale, magari al supermercato, è sempre meglio inserirlo in una borsa termica insieme con una o più di quelle “mattonelle” di liquido che si raffreddano in frigo.

3. A casa, subito in freezer
Ogni volta che apriamo e chiudiamo lo sportello del freezer il gelato subisce un cambiamento nella consistenza e nella forma. Dal punto di vista della sicurezza alimentare, non cambia nulla. Ma da quello del gusto, può modificarsi anche notevolmente.

4. Verifica la consistenza con un cucchiaino
Molto dipende dal tipo di gelato, dalle sue dimensioni, dal grado di aria assorbita, dalla temperatura ambiente. Ma soprattutto dai gusti, creme o frutta che siano. Per questo la cosa migliore da fare è tirarlo fuori dal freezer e “sondarlo” con un cucchiaino per capire se ha la consistenza desiderata.

5. Non più di mezz’ora fuori dal frigo
Dal punto di vista della sicurezza non ci sono in effetti problemi prima che il gelato abbia raggiunto almeno +15°,+20°, temperatura alla quale, peraltro, sarà totalmente sciolto. In genere, per sciogliersi completamente, ci vogliono circa 30 minuti. Di meno, se fa molto caldo o se nel gelato c’è molta aria.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}