• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

990 visite

Pizza a pranzo o a merenda? I consigli per i bambini

Pizza a pranzo, a cena o per merenda? Se chiedete ad un qualsiasi genitore se considera la pizza un alimento consigliabile per i propri figli al risposta sarà sicuramente positiva.

Ma se gli chiedete quante volte a settimana è ammissibile per la salute alimentare del bambino, troverete molte risposte che escludono qualsiasi limite perchè “il bambino quando cresce ha bisogno di mangiare” e nella pizza ci sono tutti i nutrienti.

Che nella pizza ci siano tutti i nutrienti non è vero, perchè ci sono sicuramente i carboidrati, gli zuccheri e le vitamine ma non le proteine ed i grassi in proporzioni equilibrate rispetto alle esigenze dell’organismo, a meno che non si tratti di pizza farcita. Ed allora?

L’Ospedale pediatrico Bambin Gesù, particolarmente sensibile ai problemi di alimentazione dei bambini, si è posto il problema ed ha deciso di fornire alcune indicazioni utili ai genitori.

Intanto una informazione incoraggiante: prevedere la pizza nella dieta quotidiana non è sbagliato, ma occorre non esagerare.

 

Dimmi come mangi la pizza e ti dirò chi sei. Fai  IL TEST

 

La pizza nella dieta quotidiana

Nota, secondo alcuni già ai tempi degli Etruschi o i Romani, ma divenuta importante e popolare dopo il 1600 e ancora di più nel XIX° secolo, la pizza è costituita da un impasto di farina 00, acqua, una punta di levito di birra e sale e, se non vogliamo privarcene, va inserita nell’alimentazione in modo corretto, considerando ciò che rappresenta in termini nutrizionali e quale pasto può sostituire o completare.

Qualche genitore pensa di proporla ai propri figli in sostituzione del pane ma da quest’ultimo la pizza è differente per il lungo tempo di lievitazione e per la breve cottura a temperature molto elevate.

Inoltre, benchè rientri tra gli alimenti propri della dieta mediterranea (grano, olio d’oliva, mozzarella e pomodoro), se optiamo per la più diffusa, ovvero la pizza margherita, quella con la mozzarella di bufala, dobbiamo sapere che pesa intorno ai 200 grammi, apporta tra le 400-500 Kcal.

Allora appare evidente che non di semplice spuntino si tratta ma di un piatto unico.

Pizza a pranzo, a cena o per merenda? Se chiedete ad un qualsiasi genitore se considera la pizza un alimento consigliabile per i propri figli al risposta sarà sicuramente positiva.

Ma se gli chiedete quante volte a settimana è ammissibile per la salute alimentare del bambino, troverete molte risposte che escludono qualsiasi limite perchè “il bambino quando cresce ha bisogno di mangiare” e nella pizza ci sono tutti i nutrienti.

Che nella pizza ci siano tutti i nutrienti non è vero, perchè ci sono sicuramente i carboidrati, gli zuccheri e le vitamine ma non le proteine ed i grassi in proporzioni equilibrate rispetto alle esigenze dell’organismo, a meno che non si tratti di pizza farcita. Ed allora?

L’Ospedale pediatrico Bambin Gesù, …….

(segue)

 

Leggi anche: Pizza a dieta? Quale scegliere e quale evitare

Bruno Costi
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}