• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.327 visite

Perché il Pilates è meglio di ginnastica e pesi

I benefici, specie per gli anziani. E le tecniche più corrette

Il Pilates è ormai affermato da tempo, nelle palestre di tutto il mondo e ormai anche da noi. È diventato l’attività fisica d’elezione, soprattutto per chi ha superato i 60 anni di età con un fisico pieno di acciacchi.
Niente ginnastica o pesi, meglio ritrovare l’equilibrio e l’agilità con gli attrezzi inventati il secolo scorso da Joseph Pilates, corretti con supporti che calzano a misura per aiutare chi non ce la fa a muoversi agilmente e per vincere la paura di farsi male.

 

 

Leggi anche: Come si svolge una lezione di Pilates

 

Per i non più giovani
Lo ha stabilito l’Health and fitness association di San Diego, California, che rappresenta 80 centri ed istruttori fitness nel mondo. Per farlo gli istruttori certificati utilizzano, insieme ai macchinari tipici del Pilates, altri piccoli supporti che aiutano chi non è più giovane ed è meno resistente alla fatica a mantenere le posizioni ed eseguire gli esercizi in piena sicurezza. I materiali sono distribuiti in tutti i centri Pilates del mondo, non solo negli Stati Uniti, precisano gli esperti.

 

Le tecniche più corrette
“Per i soggetti più avanti con l’età si sfruttano piccoli oggetti per migliorare postura, bilanciamento ed equilibrio durante la posizione neutra di partenza supina, sul fianco o prona” spiega Rachel Algra, istruttore del centro Firehouse Pilates di Denver. “Dalle palle mediche di formato più piccolo a sostegni e appoggi morbidi di diversa misura in schiuma, a forma di cuneo o di arco da posizionare sotto la schiena, la pancia o le gambe per sostenere il corpo. Infine appositi tasselli cilindrici di legno o rulli in schiuma per lavorare sul bilanciamento senza farsi male”.

 

Leggi anche: Pilates, 6 esercizi base per essere in forma senza fatica

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}