• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.388 visite

Malattie psicosomatiche: ecco le parti del corpo più a rischio

Le malattie psicosomatiche  sono patologie   che si manifestano fisicamente, con evidenza visibile, ma la cui origine non è uil contagio di un batterio, di un visrus, o una causa che nasce da comportamenti o traumi, bensì da dinamiche psicologiche, emotive, relazionali e ambientali; cioè nella mente della persona.

Qualche esempio? le malattie della pelle (orticaria, rosacea e similari) Pensiamo che la causa sia aver toccato qualche pianta urticante  quando probabilmente è un momento di stress che le determina.

Ma se l’origine  del problema è  psicologico e non clinico le manifestazioni possono riguardare ogni parte del corpo.

Vediamo i disturbi più comuni e le possibili cause psicologiche.

 

Leggi anche: Come si prevengono le malattie psicosomatiche

 

1. Stomaco
Le situazioni stressanti causano un’alterazione nell’equilibrio tra le componenti del succo gastrico (acido cloridrico, enzimi e muco): si produce troppo acido cloridrico, che provoca un’irritazione delle pareti dello stomaco.
I disturbi che ne derivano sono difficoltà di digestione, bruciori di stomaco e a volte rigurgito acido. Il tutto accompagnato spesso da un sapore acido o amaro in gola e da una sensazione di cattivo sapore in bocca.

2. Intestino
Troppe tensioni emotive creano uno squilibrio nella motilità intestinale, che si manifesta con periodi alternati di stipsi e diarrea. Questa situazione determina un’infiammazione della mucosa intestinale, quindi un’alterazione della flora batterica. E si innesca una spirale senza fine, perché l’intestino diventa sempre più capriccioso e questo fa aumentare lo stato infiammatorio.
L’alternanza di stipsi e diarrea porta con sé altri sintomi. In prima linea i dolori che accompagnano queste crisi. Inoltre la pancia è sempre molto tesa ed è gonfia di gas addominali.

3. Cuore
Il ritmo cardiaco è regolato da due differenti parti del sistema nervoso autonomo chiamate sistema simpatico e parasimpatico. Quando si è nervosi, c’è un’eccitazione del sistema simpatico.
Si scatena così la tachicardia. Se il nervosismo si protrae nel tempo, si manifesta anche una sensazione di mancanza di respiro e costrizione al torace.

 

Sei un tipo ansioso? Scoprilo con IL TEST

 

4. Pelle
Se vi agitate, stimolate il sistema nervoso parasimpatico e la liberazione di istamina, una sostanza che………….

 

(segue)…………

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}