• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero
2.010 visite

Lifting del viso

Intervento di chirurgia estetica per il viso

chirurgia estetica

PER CHI

Per uomini e donne che presentano tessuti del volto e del collo “caduti”. In particolare, il lifting può essere indicato quando sono presenti: linea profonda o solco che va dall’angolo del naso all’angolo della bocca (solco naso-labiale accentuato);  lassità e caduta della pelle della guancia con scarsa definizione della linea della mandibola; solchi sotto-palpebrali accentuati (occhiaie); eccesso di pelle, bande verticali e/o eccesso di grasso sul collo; abbassamento del sopracciglio, solchi e rughe frontali. L’intervento di lifting viene quindi studiato e personalizzato in funzione delle caratteristiche della regione del volto che si vuole correggere maggiormente, con l’obiettivo di ottenere un risultato naturale evitando il vecchio effetto lifting con stiramento artefatto del viso.

 

L’INTERVENTO

Il lifting è un intervento di alta chirurgia il cui scopo è il miglioramento del viso, che riacquista un aspetto giovane e disteso. Tale miglioramento viene ottenuto agendo non soltanto sulla pelle in eccesso, che viene rimossa con indicazioni variabili nei diversi casi, ma anche mediante il riposizionamento dei tessuti più profondi e dei muscoli della faccia, caduti con il passare del tempo a causa della forza di gravità. Infine, a seconda dei casi, può essere opportuno rimuovere selettivamente il grasso in eccesso, oppure, al contrario, aggiungerlo per dare maggiore volume a un viso svuotato dal tempo. Il grado di miglioramento varia da soggetto a soggetto ed è influenzato dalle condizioni di partenza della cute, dal grado di danno prodotto dalle radiazioni solari, dalle strutture ossee sottostanti e da molti altri fattori. Le incisioni sono variabili e dipendono dalla tecnica utilizzata, dall´anatomia del paziente, dall’attaccatura dei capelli e infine dalla preferenza del chirurgo. In particolare, si distinguono lifting completi (per il ringiovanimento dell’intero volto e del collo), minilifting (migliora in particolare la parte inferiore del viso e il collo), lifting temporale e del sopracciglio (per la regione degli zigomi e, appunto, delle sopracciglia) e infine quello frontale (che riduce le rughe della fronte e contribuisce a rialzare il sopracciglio).  In relazione ai diversi tipi d’intervento, l’operazione può essere effettuata in anestesia locale associata a una sedazione o in anestesia generale ed essere realizzata in regime di day surgery, oppure con il ricovero di una notte.

 

DOPO

Lividi e gonfiore sono presenti in misura variabile a seconda dei soggetti e dell’intervento che si è svolto. È frequente la sensazione iniziale di avere le guance tese e senza sensibilità. Anche l’indolenzimento e la rigidità del collo possono essere presenti, ma solo nei primi giorni. In generale, viene applicato un bendaggio per 24-48 ore e il gonfiore scompare progressivamente  in 7-10 giorni L’aspetto si normalizza nell’arco di due settimane. Quindi il periodo di assenza da una attività sociale è oggi molto breve rispetto ad un tempo.

 

QUANTO COSTA

Il costo dell’intervento varia a seconda del tipo di lifting (minilifting o lifting completo cervico-facciale)  ed è compreso tra i 4.000 e i 13.000 euro.

 

QUANDO NO

Non ci sono controindicazioni assolute, ma il rischio di complicanze post-operatorie è superiore nei fumatori e nei pazienti che soffrono di ipertensione e diabete, con rallentamento nella guarigione delle ferite. Il lifting, come tutti gli interventi di chirurgia estetica, deve essere evitato in persone con aspettative poco realistiche.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}