• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

756 visite

Lavoro, la promozione gratifica più dell’aumento di stipendio

La posizione sociale influenza anche la salute psicofisica

In tempi di crisi, la retribuzione – stipendio, salario, onorario o parcella che sia – dovrebbe venire prima di tutto, per un lavoratore. E invece, un po’ a sorpresa, si scopre che più ancora di un aumento, è efficace una promozione, un avanzamento di carriera. Perché gratifica nello stesso modo, e in più sembra anche che faccia bene alla salute.

 

Il cervello e lo status sociale

Lo hanno scoperto due studi pubblicati dalla rivista scientifica “Neuron”, secondo cui il cervello è altamente sensibile alle variazioni di status sociale, che vengono elaborate dalla stessa area delle gratificazioni monetarie.

Inoltre, differenti aree del cervello vengono attivate se si viene promossi o se invece si retrocede, e questo meccanismo potrebbe essere legato anche al rischio di problemi di salute.

 

Leggi anche: Autostima, perchè il Capo si sente più alto anche se non lo è

 

Lo studio

“La nostra posizione sociale non solo influenza la motivazione, ma anche la salute psicologica e fisica”, spiega Thomas Insel, direttore dell’americano National Institute for Mental Health (Nimh) e uno degli autori dello studio.

I ricercatori americani e giapponesi hanno studiato il cervello di soggetti sottoposti a giochi in cui venivano promossi o bocciati e ricevevano denaro.

Lo studio ha notato che l´attività  cerebrale era fortemente influenzata dalla posizione sociale, e dal timore di essere declassati.
“Non ci aspettavamo un’influenza così grande della posizione sociale”, ha spiegato Caroline Zinc, “questo può spiegare anche perché chi ha uno status inferiore ha più spesso problemi di salute”.

 

Come ti trovi nel tuo ambiente di lavoro? Scoprilo con IL TEST

 

 

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}