• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

6.201 visite

Autoerotismo: i 5 benefici per la salute del sesso fai-da-te

I ricercatori del Cancer Council Victoria di Melbourne (Australia) hanno scoperto quali rischi per gli uomini si riducono anche del 30%. Eccoli.

Il sesso fai da te, un beneficio che non ti aspetti

Sono almeno cinque i benefici del sesso fai-da te inteso come autoerotismo. A sostenerlo è la comunità scientifica attraverso l’elaborazione di alcuni studi che renderebbero ragione del pregiudizio che la masturbazione si porta dietro per ragioni soprattutto morali.
Ma quanto è diffuso il fenomeno? E quali sono i benefici scientificamente documentati?

Secondo la National Survey of Sexual Health and Behavior, l’80% degli uomini si masturba dall’età di 17 anni, solo il 58% delle donne. Da adulti, poi, il numero sale al 92% degli uomini e al 62% delle donne. Dunque, la pratica dell’autoerotismo, nonostante per molti sia vissuto come un tabù o come una colpa, resta dunque diffusissimo.

La ragione è nella soddisfazione sessuale che produce, sempre più ricercata singolarmente soprattutto nelle personalità colte da insicurezza che rifuggono la relazione con l’altro. Il fatto però che ora sia accertato che fa bene anche alla salute, apre nuove prospettive.

 

Riduce il rischio di cancro alla prostata

La masturbazione riduce il rischio di cancro alla prostata. Al di là  di ogni ironia sul tema, è il risultato di uno studio condotto da ricercatori del Cancer Council Victoria di Melbourne (Australia), secondo cui il sesso fai-da-te viene in aiuto degli uomini che non hanno regolari rapporti sessuali perché consente di eiaculare spesso e di evitare quindi l´accumulo di sostanze cancerogene nella ghiandola.
Secondo ricerche precedenti, l´alto numero di partner o di rapporti intimi era risultato legato a un aumento del pericolo di sviluppare la malattia. Il motivo? Gli incontri sessuali con partner diverse espongono al rischio di contrarre patologie che possono aprire la strada al tumore della prostata.
Ecco, dunque, la soluzione: masturbandosi le possibilità  si azzerano. I benefici maggiori si ottengono soprattutto se le eiaculazioni più frequenti sono avvenute fra i 20 e i 50 anni d´età . E se, soprattutto attorno ai 20 anni, si è ricorsi all´autoerotismo almeno cinque volte a settimana, il pericolo di cancro si riduce di un terzo.

 

Leggi anche: Masturbazione femminile, le 9 ragioni del “boom”

 

Rafforza il sistema immunitario

Secondo un articolo pubblicato sulla rivista Sexual and Relationship Therapy, ……

 

(segue)

 

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}