• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

6.973 visite

La vagina: 4 cose che bisogna sapere

Tutto sulla vagina: dalla lubrificazione alle dimensioni, dall’esistenza del punto G ai traumi della deflorazione

La vagina: 4 cose che bisogna sapere

1) La lubrificazione della vagina

Durante la fase di eccitamento sessuale, l´interno della vagina si lubrifica grazie alla produzione di un liquido scivoloso. Questo liquido permette un coito portato avanti senza creare irritazioni alla mucosa vaginale. Normalmente i problemi sorgono quando questa lubrificazione è scarsa o completamente assente. Le cause sono da ricercare nella scarsa eccitazione, in squilibri ormonali o all´avanzare dell´età che comporta una minore irrorazione sanguigna e conseguente inferiore produzione del liquido. Per ovviare a questo problema, oltre alle cure specifiche, qualora siano necessarie, è possibile usare delle creme o dei gel che sostituiscano questa funzione naturale.

2) Le dimensioni della vagina

Dalla ricerca condotta da Masters & Johnson su 100 donne che non hanno mai partorito, è risultato che il condotto vaginale, in fase di non stimolazione, aveva le dimensioni di 2 cm. di diametro e di 7-8 cm. di lunghezza interna. In fase di eccitazione le misure cambiavano per la dilatazione, fino a raggiungere la lunghezza di 9,5-10,5 cm. e la larghezza della parte più interna di 5,75-6,25 cm. di diametro (come fosse un palloncino stretto all´ingresso e molto dilatato in fondo). Nelle donne che hanno partorito le dimensioni interne aumentano.

3) Il punto G

Il punto G (corrisponde alla iniziale del nome del medico Grafenberg, di origine tedesca che comunicò per primo l´esistenza di questa zona) corrisponderebbe ad una zona erogena, altamente sensibile, che si troverebbe a metà strada tra l´osso pubico e la cervice. Dico che si troverebbe perché, ancora oggi, non esistono dati certi e le varie ricerche forniscono pareri discordanti. La difficoltà nella sua individuazione sarebbe da ricercare nel fatto che, in stato di non eccitazione, le sue dimensioni sarebbero molto ridotte per assumere, in fase di eccitazione sessuale, le dimensioni di una moneta. Indipendentemente dalla reale esistenza di questo punto, le zone sensibili della vagina ci sono, si tratta di cercarle ed approdare così a scoperte piacevoli.

4) Verginità e deflorazione

Nonostante siamo arrivati al nuovo millennio, esistono ancora discussioni tra partner sulla verginità della donna.

Le questioni nascono spesso dall´idea che con il primo rapporto debba fuoriuscire un notevole quantitativo di sangue. In realtà solo in pochi casi si ha questa grossa perdita ematica. I dubbi sulla sincerità della donna aumentano con il crescere delle sue insistenze nell´affermare che non ha mai avuto rapporti in precedenza. Il problema grosso è che poi anche la donna viene assalita da dubbi sulla possibilità di avere subito violenze infantili completamente dimenticate.

Se proprio ci teniamo alla verità, senza arrivare ad inventarsi storie fantasmagoriche, dobbiamo prendere atto che alcune donne nascono con un imene parziale oppure completamente assente, che durante il primo rapporto può non essere avvertito alcun dolore, che alcuni imeni possono rompersi solo dopo ripetute esperienze a causa della notevole elasticità e che è molto frequente l´assenza di perdite ematiche durante la deflorazione.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}