• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.153 visite

L’impotenza? Ecco quando può essere una fortuna

La disfunzione erettile, può essere una spia di problemi ancora più complessi relativi alla sessualità o ad altre parologie: eccoli uno per uno.

Non è sempre un male così grave come siamo abituati a considerarla. Anzi: può rivelarsi un campanello d´allarme fondamentale per la nostra salute, non solo sessuale.

Parliamo dell´impotenza, vale a dire della disfunzione erettile maschile: secondo Mario Maggi, ordinario di endocrinologia all´Università  di Firenze, comunicare questo disturbo allo specialista diventa fondamentale “non solo per la sessualità , ma soprattutto per la salute”.

Sulla relazione tra attività sessuale e patologie cardiache c’è una vasta letteratura, per lo più orientata ad indagare  se e quanto   fare sesso fosse indicato o controindicato per chi ha avuto problemi di cuore. Da questo punto di vista la scienza ha già dato il suo responso: nulla osta al sesso per i cardiopatici anche se a certe condizioni .

 

Leggi: Cardiopatici: ecco quando c’è il via libera all’amore.

 

Diverso è invece l’approccio in questo caso: l’assenza di rapporti, dovuta ad impotenza, sarebbe addirittura un campanello d’allarme che potrebbe anticipare problemi cardiaci in arrivo.

 

Leggi:  Disfunzione erettile, campanello d’allarme per il cuore

 

Commentando una ricerca Ipsos sulla coppia italiana, Maggi ha spiegato come un´impotenza può precedere  quattro tipi di situazioni patologiche:

  • malattie cardiovascolari (come ipertensione e infarto): si tratta di situazioni in cui il soggetto  potrebbe andare in contro a pressione alta o a situazioni di insufficienza cardiaca;
  • metaboliche (diabete), infatti il diabete incide sulla componente vascolare e neurologica del fenomeno erettivo. A volte può accadere che il paziente non sa di avere il diabete, perchè non si è ancora conclamato, ma il disturbo dell’erezione che non c’è si presenta come un campanello d’allarme della patologia incipiente;
  • endocrine (ipogonadismo); è il caso della ridotta funzione del testicolo che non produce quantità sufficiente di spermatozoi e di testosterone  e cioè quando nell’eiaculato ci sono meno di 20.000.000 di semi per ml; In certi casi, l’impotenza, accompagnata  a volte anche con ridotto desiderio sessuale, può svelare in anticipo un ipogoonadismo che  il paziente non sapeva di avere.
  • psichiatriche (depressione). La correlazione tra situazione depressiva, come si manifesta non solo dall’umore, ma anche da alcune evidenze palesi (insonnia, inappetenza, ansia)  e mancanza di desiderio sessuale a cui si associa impotenza di carattere psicologico è largamente documentata in letteratura. Talvolta può accadere che la disfunzione erettile e l’impotenza siano sono l’avvertimento di una situazione depressiva che non è stata ancora razionalizzata dal soggetto

Per questo è fondamentale rivolgersi allo specialista: “L´impotenza diventa così quasi una fortuna, perché allunga la vita del paziente, permettendogli di prevenire malattie mortali, e perché aiuta il medico nel diagnosticare malattie anche molto serie”.

 

 Leggi: Problemi di erezione? fuma di meno

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}