• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.591 visite

Il rumore del traffico fa venire l’infarto

Più rischi di seri problemi cardiaci se aumentano i decibel prodotti dai veicoli

Ogni anno, in Europa, 50 mila persone muoiono e 250 mila subiscono problemi cardiaci collegati al rumore generato dal traffico. Per questo le autorità dell´Unione europea stanno cercando misure in grado di arginare il fenomeno. “Non si tratta solo di un fastidio”, ha spiegato Anne Stauffer, direttore dell´ Health and Environment Alliance, “in quanto il rumore influenza il benessere. Recenti ricerche dimostrano che il rumore fa crescere il numero delle persone che sono colpite per la prima volta da un infarto”.

Il legame tra rumore e infarto
In Danimarca uno studio realizzato nel 2011 su un campione di 57 mila persone, ha mostrato che per ogni aumento di 10 decibel nel rumore generato dal traffico, c´è una crescita del 14% del rischio di infarto.
Tra le proposte avanzate dalle organizzazioni che sostengono questa iniziativa anti-rumore c´è la creazione di un´etichetta che indichi con chiarezza quanto è silenzioso un veicolo e un´azione forte per combattere i picchi di rumore oltre i 90 decibel.

Ridurre i decibel
Nel dicembre del 2011 la Commissione Europea ha presentato una proposta per aggiornare i limiti di rumorosità dei veicoli, chiedendo che vengano ridotti di 4 decibel per le auto e di 3 decibel per gli autocarri entro cinque anni dall´approvazione della nuova legge.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}