• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

991 visite

Fare jogging nel traffico senza rischi

Chissà quante volte vi sarà capitato di pensare, vedendo un maniaco del jogging correre in pieno traffico cittadino: “E’ proprio matto, vuole avvelenarsi?”. Ebbene, sappiate che la vostra impressione non è esatta. Già, perché il nostro corpo conosce i modi per adattarsi ai veleni della città. Basta prendere qualche precauzione in modo da limitare i danni e stimolare l’organismo a produrre le difese adeguate.
Correre fa sempre bene, perché aiuta a mantenersi in forma e a liberare la mente dalle tensioni della giornata. L’importante è farlo con intelligenza. Tenendo conto di alcune regole essenziali.

  • Evitate le ore di punta per il traffico e preferite parchi e zone verdi, meglio se lontani dal centro, dove la concentrazione dello smog è inferiore. Quando si corre, infatti, aumentano il battito cardiaco e la ventilazione polmonare, cioè il numero dei respiri al minuto: in questo modo si inspira più aria e dunque una maggiore quantità di polveri inquinanti.
  • Iniziate gradualmente, senza pretendere di poter correre un’ora di seguito, a ritmo sostenuto, già il primo giorno. Finireste per respirare con affanno e ingerire molta aria dalla bocca, facilitando il deposito delle particelle di smog nelle prime vie respiratorie.
  • Aumentate le porzioni di verdura e frutta che consumate di solito: le vitamine che contengono aiutano l’organismo a combattere i radicali liberi (le scorie del nostro organismo, responsabili dell’invecchiamento) che produciamo respirando aria inquinata.
  • Lo smog è più alto in inverno a causa dei gas emessi dalle caldaie degli impianti di riscaldamento. Se c’è la nebbia, poi, meglio rinunciare: non è garantito un sufficiente ricambio d’aria. Via libera, invece, in caso di vento: vi farà faticare un po’ di più, ma spazza via anche la maggior parte delle polveri inquinanti.
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}