• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

7.585 visite

Denti del giudizio, quando vanno tolti davvero

Denti del giudizio, come sapere se e quando vanno tolti davvero i molari che spuntano più tardi e possono provocare molti fastidi.

Per alcuni, i denti del giudizio sono autentici spauracchi: passano gli anni nell´attesa che spuntino, con il terrore di dover subire la “tortura” dal dentista.

Per altri, restano un´incognita: capita infatti che i denti del giudizio non escano fuori e restino lì dove sono.

Ma cosa sono questi denti così particolari e dalle conseguenze spesso diverse di persona in persona?

 

Leggi anche: Denti, come vincere la paura del dentista

 

Perché si chiamano denti del giudizio

Anzitutto il nome: si chiamano così perché spuntano di solito nell´età della maturità: tra i 18 e i 20 anni. In realtà, questa regola viene spesso e volentieri fatta saltare: sono comuni i casi di persone a cui i denti del giudizio compaiono in età ben più avanzata. Certe volte, poi, non spuntano affatto.

La loro denominazione corretta è invece “terzi molari”. Quanti sono? Quattro: due nell´arcata inferiore e due in quella superiore. E sono gli ultimi della fila dei denti, cioè quelli posti in fondo.

Infine, a cosa servono: a differenza di quanto comunemente si creda, non sono affatto inutili. Cosa fanno? Partecipano al processo di masticazione, insieme con gli altri molari. In più, possono servire da appoggio per protesi fisse o mobili nel caso in cui vengano estratti uno o più denti vicino a loro.

 

Hai bisogno di un controllo dal dentista? Scoprilo con IL TEST

 

Quando bisogna proprio togliere i denti del giudizio

Diciamo la verità, nessuno di noi vorrebbe mai togliersi un dente. Neanche quando è veramente necessario. Chi più e chi meno, tutti abbiamo un po´ paura del dentista. E la sola idea di doversi sottoporre a un intervento di estrazione, ci fa stare male.

Figuriamoci se i denti in questione sono quelli del giudizio, tradizionalmente “difficili”, ostici, impegnativi.

Cerchiamo allora di capire bene quando è davvero necessario estrarre i denti del giudizio.

1) C´è una grossa carie: nel dente del giudizio c´è una carie di dimensioni rilevanti al punto da rendere impossibile effettuare eventuali otturazioni. L´unica soluzione è intervenire per l´estrazione.

2) Spuntano storti: se i denti del giudizio fuoriescono in modo scorretto, non dritti o con altre eventuali traiettorie irregolari, possono provocare problemi all´interno della guancia. Anche in questo caso, la soluzione consiste nell´estrazione.

3) Non hanno spazio per uscire: quando i denti del giudizio non trovano spazio sufficiente per spuntare, provocano – pur non essendo visibili dall´esterno – infiammazioni e dolori. In più, nel tentativo di uscire, causano danni ai denti vicini.
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}