• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

10.145 visite

Cosa succede nel corpo quando abbiamo paura

Come agisce nel cervello e quali meccanismi fa scattare la paura: quando è positiva è quando è negativa e come affrontarla.

Si può avere paura per tanti motivi. Quando si assiste a un film horror o ci si trova in situazioni particolari, quando si corre qualche pericolo (di salute o di vita) oppure anche solo se si rischia un rimprovero. La paura può assumere insomma i caratteri di fobie (alcune delle quali sono davvero molto strane…), di semplice ansia o dei temibili attacchi di panico.

Non sempre la paura è da considerare un fatto negativo. Anzi,prevalentemente ha una funzione estremamente positiva. La paura è un campanello d’allarme che il cervello fa scattare per proteggere la nostra incolumità.  Se non avessimo la paura che ci ferma di fronte al pericolo, non lo percepiremmo e dunque potremmo affrontarlo irresponsabilmente.

La paura è dunque un complemento della responsabilità che ogni uno di noi si assume per evitare a noi stessi ed agli altri situazioni  di pericolo.

 

Leggi anche: Come prevedere gli attacchi di panico

 

Cosa accade nel cervello quando si ha paura

 

Ma che cosa accade nel nostro cervello quando proviamo paura? Cerchiamo di capirlo insieme.

La paura non è soltanto un’emozione, ma più precisamente un istinto biologico fatto apposta per preservare il genere umano. Il nostro cervello, infatti, accumula ricordi di eventi che ci hanno provocato paura proprio per metterci al riparo da possibili pericoli (più o meno analoghi) che si possano presentare in futuro.

 

Soffri di tecno-stress? Scoprilo con IL TEST

 

Il nucleo centrale del cervello deputato a far scattare questo istinto è l’amigdala, una zona grande come una noce che valuta una situazione come pericolosa o meno: in caso positivo, fa scattare il segnale di paura e quindi le reazioni conseguenti del nostro corpo.

Così il corpo reagisce alla paura

Quando ci troviamo di fronte a una situazione che ci mette paura, il cuore batte all’impazzata, cominciamo a tremare, si drizzano i peli, sudiamo… Ciascuno di questi segnali ha una sua motivazione specifica.

 

Leggi anche: Tachicardia, perchè il cuore batte troppo

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}