• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.228 visite

Il potere della moda? Diventi come ti vesti (a volte)

Gli abiti che indossiamo influenzano l’idea di noi stessi e gli obiettivi che riusciamo a perseguire

Attento a come ti vesti: potresti, come  Clarck Kent Superman, fare cose strabilianti se ti vesti nel modo giusto.

Una psicologa inglese ha condotto ricerche originali sul potere taumaturgico dell’abbigliamento sulla psiche di oguno di noi, arrivando a conclusioni che  forse stanno anche alla base della psicologia del fashon, cosi come i grandi creatori di moda la concepiscono.

Tradotto in poche parole, l’abito fa il monaco, ovvero il tipo di vestito che scegli di indossare è spesso una sorta di protesi per diventare ( o sentirsi) il tipo  di persona che quell’abito interpreta. Sicchè detta così appare chiaro che  il vestito  che indossiamo è una sorta di  codice di comunicazione che adottiamo verso gli altri. Cioè  trasmettiamo senza parole una identità , una rappresentazione di noi stessi, che vogliamo far percepire agli altri.

 

Leggi anche: Vuoi sapere che tipo sei? Lo dicono le scarpe

 

Ma la scoperta della psicologa va oltre: i vestiti che si indossano non solo comunicano  noi agli altrti, ma hanno anche il potere di modificare  la percezione che si ha di se stessi, al punto che una maglietta di Superman fa sentire più forti e un camice bianco migliora i risultati di un test matematico.

Karen Pine, psicologa dell’università dell’Hertfordshire, è convinta di questo ed ha appena pubblicato in un libro  con i risultati dei suoi esperimenti.

 

Più autostima

“Se si chiede a un ragazzo con la t-shirt di Superman di stimare che peso può sollevare, risponderà con un numero maggiore di un ragazzo che ha una maglietta normale”, spiega l’autrice, “ma anche di uno che ha gli stessi vestiti che aveva lui prima”.
Fra gli esperimenti descritti uno riguarda alcune donne alle prese con un test di matematica. Quelle vestite con una tuta hanno avuto risultati peggiori di quelle in maglioncino, mentre i risultati migliori si sono avuti facendo indossare un camice bianco, perché il cervello in questo caso si ‘convince’ di avere le capacità mentali associate a un dottore.

Diventiamo quello che vestiamo

“Questi studi confermano che non solo noi siamo quello che vestiamo”, conclude Pine, “ma diventiamo quello che vestiamo”.

 

Pensi di piacere agli altri? Scoprilo con IL TEST

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}