• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

VIDEO – Come scegliere la pizza per non ingrassare

I luoghi comuni sulla pizza bianca e la Margherita, l’elenco delle pizze light e delle pizze ingrassanti, il segreto dei tempi di cottura

Il luogo comune dice che la pizza è buona, si, ma fa ingrassare. Ed invece, se scegliamo bene si può perfino dimagrire 2 kg a settimana, mangiando pizza anche tutti i giorni.
Come è possibile? Secondo Nicola Sorrentino specialista in scienza dell’alimentazione dietetica tutto dipende dal tempo di cottura, da salse e condimenti e… dai luoghi comuni.
Eccone alcuni da sfatare.
La pizza bianca non fa ingrassare? Falso. 1 etto di  bianca contiene 292 calorie; se la ordinate al pomodoro le calorie scendono del 30%, solo 200.
La pizza Margherita è la più leggera? Falso. Una pizza da 200 gr va dalle 500 alle 800 calorie a seconda della quantità di mozzarella.
Cosa scegliere in pizzeria allora se non si vuole ingrassare? Il nutrizionista non ha dubbi. Sì alle pizze semplici: al pomodoro, alle verdure grigliate, alla marinara. No alle pizze troppo ricche: ai 4 formaggi, con il salame, con la salsiccia, con le uova o la capricciosa.
Per la dieta della pizza infine non c’è differenza tra mangiarla a pranzo o a cena, ma la cottura conta. Ingrasserete di più se è cotta troppo o troppo poco.  E, se cotta a legna, pretendete che sotto non sia annerita. Fa male alla salute.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}