• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.005 visite

Cancro al seno, meno rischi con l’aerobica

Così esercizi fitness mirati agiscono sugli estrogeni

Gli esercizi di aerobica, la ginnastica portata alla ribalta negli Anni 80 e ormai affermata definitivamente come una delle discipline fitness più seguite e popolari, diminuiscono il rischio per le donne di ammalarsi di tumore al seno. In che modo? Semplice: grazie ai cambiamenti nella ripartizione – o nel metabolismo – degli estrogeni.
Lo ha dimostrato una nuova ricerca condotta da Mindy S. Kurzer del Department of Food Science and Nutrition dell’Università del Minnesota, a Saint Paul (negli Usa).

Lo studio
Secondo l’esperta "il nostro è il primo studio a dimostrare che l’esercizio aerobico influenza il modo in cui i nostri corpi gestiscono gli estrogeni e producono più metaboliti ‘buoni’ che abbassano il rischio di cancro al seno".
I ricercatori hanno coinvolto un ampio campione di donne di differenti età in un programma di allenamento aerobico durante il quale sono stati tenuti sotto osservazione i livelli degli estrogeni E1, E2 e E3 e dei metaboliti nelle urine. Secondo gli studiosi, il metabolismo degli estrogeni favorisce la produzione del metabolite 2-OHE1 sul metabolite 16alpha-OHE1, condizione che induce l’aumento del rapporto 2-OHE1/16alpha-OHE1 collegato a una riduzione del rischio di cancro al seno.

Meno rischi di ammalarsi
I risultati della ricerca hanno rivelato che l’esercizio aerobico porta a un aumento delle quantità di 2-OHE1 e a una diminuzione delle quantità di 16alpha-OHE1, innescando un significativo aumento del rapporto tra i due elementi correlato a una riduzione delle possibilità di ammalarsi di cancro al seno. L’indagine è stata pubblicata sulla rivista scientifica "Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention".

Tag:,
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}