• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.838 visite

Cancerogeno o no? Tutte le “bufale” più diffuse

ll mondo dei tumori, per la sua vastità e la sua gravità, è popolato da una serie di credenze assai diffuse vere e proprie “bufale”. Ecco quelle più famose.

bufale sui tumori

Il mondo dei tumori, per la sua vastità e la sua gravità, è popolato da una serie di credenze assai diffuse che  non hanno alcuna fondatezza e possono essere tranquillamente definite vere e proprie “bufale”.

Si tratta di convinzioni che passano di bocca in bocca, sono oggetto il più delle volte di sentito dire ma popolano le conversazioni   tra parenti ed amici perché non richiedono alcun obbligo di rigorosi accertamenti.

Ma si diffondono rapidamente avvolte da una alone di verosimiglianza che però non ha nulla che vedere con la verità. Eccone alcune.

 

Leggi anche:  Cibo contaminato: la lista nera di frutta e verdura

 

Additivi: sono spesso considerati  cancerogeni dalle chicchere da bar. La realtà è  che nella stragrande maggioranza dei casi non è vero. L’unica eccezione sono i nitrati, utilizzati come conservanti nelle carni lavorate.

Reggiseno:  E’ una balzana teorica in circolazione dal 1995 che sostiene che provoca il blocco del drenaggio delle tossine attraverso il circolo linfatico. Peccato che i linfonodi linfatici siano sotto il braccio, dove il reggiseno non esercita alcuna….(segue)

Tag:
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}