• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

14.306 visite

Bambini con la febbre? Quando è vietato mandarli a scuola

Quando i bambini hanno la febbre, vanno mandati a scuola oppure no? Dipende, ecco come orientarsi con le regole da seguire indicate dalla società italiana di pediatria.

febbre e bambini

Eccola:

Quando il bambino deve restare:
1. se ha una malattia esantematica (morbillo, varicella, scarlattina);

se la febbre supera i 38 gradi, perchè, al di là del rispetto per gli altri bimbi, che non andrebbero esposti al contagio, il rischio è che il bambino si indebolisca ulteriormente e non sia in grado di reagire adeguatamente alla patologia che ha.

3. se ha la diarrea ed il vomito con episodi ripetuti: in questi casi – dice Villani – il bambino deve bere poco ma spesso per non disidratarsi e ciò è difficile in classe;

4. quando ha il raffredore: solo però per i bambini più piccini, e se le secrezioni della tosse o del raffreddore sono verdognole o purulente;

 

Quando il bambino può andare a scuola

  1. se la febbre non supera i 37 gradi e mezzo;
  2.  se vomito e diarrea sono episodi unici senza ripetersi, tanto da far pensare al genitore che la causa è stata eliminata vomitando o liberando gli intestini;
  3. se il raffreddore colpisce i bambini più grandiceli, quelli che partecipano alla scuola primaria e con febbre al di sotto dei 37,5 gradi.

 

 

Leggi anche: Scuola materna? Per i bambini solo vantaggi

 

Quando possono rientrare a scuola: niente fretta
Nei casi in cui il genitore ha dovuto tenere a casa il bambino, la convalescenza è particolarmente delicata ed importante secondo Villani. “A seconda della gravità della malattia – dice – è bene dare al bambino il tempo di rimettersi completamente, perchè il suo organismo esce dalla malattia certamente indebolito a causa del suo sistema immunitario ancora fragile ed occorre evitare ricadute che potrebbero ripresentare la malattia in forme più gravi.

Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}