• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

VIDEO – Zucchero bianco, di canna, o dolcificante? Il dilemma del caffè

Sono sempre più numerose le bustine che ci offrono al bar quando vogliamo addocire un caffè o un cappuccino: dolcificanti, fruttosio, canna da zucchero, zucchero raffinato. Ecco una mini guida per fare la scelta migliore

Siamo al bar, abbiamo ordinato un caffè o un cappuccino e appena ce lo servono  ecco  che ci assale  un attimo di incertezza guardando quel vassoio pieno di bustine: dolcificanti, fruttosio, canna da zucchero, zucchero raffinato.
Sono sempre più numerose, ma qual è la scelta migliore per la dieta e la salute?
Dipende, se teniamo più alla linea o alla salute.
Per la dieta  la scelta va sui dolcificanti. Poiché hanno un potere  dolcificante che va dalle 50 alle 500 volte più dello zucchero; se ne consumiamo una bustina le calorie sono pari a zero. Infatti se scegliessimo di addolcire il caffè con il fruttosio, un cucchiaino peserebbe per 16 calorie ed un dolcificante naturale (come il sorbitolo, il mannitolo, il maltitolo, lo xilitolo) peserebbe poco meno o quanto lo zucchero raffinato, cioè  dalle 20 alle 29 calorie).
Se invece teniamo più alla salute il discorso cambia. I dolcificanti prodotti in laboratorio infatti hanno 2 controindicazioni: se ne prendiamo molti (per esempio 10 bustine in una giornata) possono provocare diarrea. Inoltre   stimolano comunque la produzione di insulina esattamente come lo zucchero. Quindi per chi ha il diabete sono vietati.
I migliori in questo caso sono  i dolcificanti naturali, come il fruttosio, lo sciroppo d’acero, il miele, il malto perchè hanno un alto potere dolcificante senza controindicazioni. Se scegliete questi ultimi tenete presente che a parità di quantità, è il miele che ha meno calorie, poi lo zucchero di canna, tutti un 10% meno calorici dello zucchero bianco.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}