• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.102 visite

Vuoi avere un figlio? Non ingrassare

Le donne obese in età fertile hanno più problemi con ovulazione e concepimento. La corretta alimentazione per favorire fertilità e gravidanza

Se una donna desidera un figlio, la cosa più sbagliata che può fare è ingrassare, essere in serio sovrappeso, se non addirittura obesa. Sì, perché quando si è in età fertile, i chili di troppo possono rappresentare un serio impedimento al concepimento.

Secondo i nutrizionisti e dei medici dell’Osservatorio nutrizionale “Grana Padano”, svolta sulle abitudini alimentari e lo stile di vita delle donne in età fertile (campione di 1.481 donne, tra i 30 e i 42 anni) l’incidenza dell’obesità in questa fascia d’età è circa doppia rispetto alla popolazione generale, arrivando a toccare la percentuale del 20%. Nel 75% dei casi, poi, le donne intervistate non svolgono alcun tipo di attività fisica regolare, presentando un peso e un BMI (l’indice di massa corporea, pari al rapporto tra peso e altezza) più elevati rispetto a quelli delle donne più attive, con conseguente maggior rischio di obesità.

Mangiare bene favorisce ovulazione e concepimento

“Le sane abitudini di vita sono doppiamente importanti per le donne che desiderano un figlio”, dice la dottoressa Michela Barichella, presidente dell’Associazione italiana di dietetica (Adi) Lombardia e responsabile medico del Servizio dietetico ICP di Milano, “in particolare una corretta alimentazione favorisce l’ovulazione e il concepimento e riduce il rischio di malattie croniche anche gravi nel feto, quali diabete, obesità, patologie cardiovascolari, tumori e malattie mentali”.

Le donne obese rischiano aborto e disturbi della fertilità

Le donne obese, inoltre, vanno incontro a un più elevato rischio di aborto durante la fecondazione assistita e sono maggiormente afflitte da disturbi della fertilità (per esempio l’ovaio policistico), specie se soffrono di un’obesità di tipo centrale, caratterizzata cioè da accumulo di grasso a livello addominale, con depositi sia sottocutanei, sia a livello degli organi.

Consigli alimentari per favorire il concepimento
Come suggerisce la dottoressa Michela Barichella, le donne obese o in forte sovrappeso devono modificare i propri stili di vita, corretta alimentazione compresa. Ecco allora le regole stilate da nutrizionisti e medici dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano. Naturalmente, vista la fonte dello studio e dei consigli nutrizionali, c’è molto spazio per i formaggi, specie quelli stagionati e a pasta dura..:

  • Fare regolarmente attività fisica, anche semplicemente camminando a passo sostenuto (4 km all’ora).
  • Tenere sotto controllo il peso.
  • Consumare pesce 2-3 volte a settimana.
  • Spremere del limone sulla verdura, per assimilare il ferro in essa contenuto.
  • Assumere 2 porzioni di verdura e 3 di frutta al giorno.
  • Scegliere proteine di origine vegetale 2- 3 volte a settimana, soprattutto legumi (ricchi di ferro).
  • Bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, preferendo le acque minerali ricche di calcio.
  • Mangiare formaggio 2-3 volte a settimana (50 gr al giorno), preferendo quello stagionato a pasta dura, a scaglie o anche grattugiato sul primo piatto o nelle preparazioni.
  • Consumare una porzione di latte o di yogurt al giorno.
  • Utilizzare alimenti integrali, come pane e fette biscottate.
  • Ridurre i grassi di origine animale.
  • Controllare l´apporto di zuccheri semplici, che alzano la glicemia e aumentano il rischio di diabete.
  • Usare olio extravergine d’oliva a crudo per condire, possibilmente dosandolo con un cucchiaio.
  • Redazione Staibene.it – luglio 2010

    Redazione Staibene

    I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

    E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    }