• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

VIDEO – Come si stringe la mano per fare bella figura

La stretta di mano è molto importante, nelle relazioni sociali: è stato calcolato che, in media, ciascuno di noi la fa almeno 15 mila volte in una vita. Ma quanti sanno come regolarsi? Ecco le 7 regole della stretta di mano perfetta

Come il sorriso, così come quando ci si presenta a qualcuno o quando si stringe un accordo (di lavoro e non solo), la stretta di mano è il primo vero biglietto da visita di noi stessi ed ha u’importanza cruciale nelle relazioni sociali.
E’ stato calcolato che, in media, ciascuno di noi la fa almeno 15 mila volte in una vita.
Ma quanti sanno come regolarsi, nel momento fatidico di porgere la destra a chi ci è di fronte? Stringere forte o lasciare la mano molto molle? Scuotere il braccio vigorosamente o rimanere bloccati come fossimo in fotografia?  7 su 10 sbagliano. E allora?
Uno studio dell’Università di Manchester ha individuato la formula della stretta di mano perfetta che combinando la corretta miscela di vigore, contatto visivo, temperatura della mano, posizione e lunghezza ha stilato queste 7 regole auree:

  1. Quale mano: la  destra;
  2. la presa: deve essere piena e la compressione ferma, ma non troppo  forte;
  3. le dita: devono posizionarsi sotto il palmo della mano che si stringe;
  4. il palmo: deve essere fresco e asciutto;
  5. quante volte scuotere: non più di 3, vigore medio;
  6. contatto visivo: sempre ma per non più di 2-3 secondi;
  7. atteggiamento: un sorriso naturale e adeguato a quello che si sta dicendo.
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}