• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

VIDEO – Come preparare un centrifugato perfetto e scaccia-malattie

I centrifugati di frutta e di verdura sono buoni al palato, freschi alla gola e salutari per l’organismo. Ecco le 7 regole d’oro per un centrifugato perfetto e cosa curano ogni frutto ed ogni verdura

I centrifugati di frutta e di verdura sono entrati pian piano nella nostra alimentazione perché sono buoni al palato, freschi alla gola e salutari per l’organismo. D’estate li beviamo quando abbiamo caldo e voglia di dissetarci, d’inverno quando vogliamo prevenire qualche malanno di stagione.
Però, perché funzionino come veri e propri farmaci naturali, bisogna  saperli preparare e saper scegliere frutta e ortaggi giusti per ogni situazione. Ecco dunque 7 regole per preparare un centrifugato di frutta e verdura doc.

  1. Frutta e verdura devono essere possibilmente biologici: hanno maggio apporto nutritivo;
  2. inoltre, rigorosamente di stagione;
  3. scegliere vegetali maturi, ben freschi, possibilmente a km 0;
  4. meglio freschi che surgelati;
  5. la mondatura, la pulizia, il taglio e la centrifuga devono essere   sequenziali;
  6. bere  il centrifugato appena fatto per preservare tutte le sostanze;
  7. berlo possibilmente a stomaco vuoto, o al mattino o prima dei pasti;

La medicina li ha riscoperti di recente anche per le proprietà salutari, come facevano gli antichi. A seconda di quali  frutti e  ortaggi o verdure sceglieremo, potremo prevenire, attenuare o curare addirittura alcune malattie.
La mela, il cavolo verde,  l’albicocca, il sedano, la carota e il finocchio: sono i 6 ingredienti più curativi. Il resto dipende da noi.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}