• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

VIDEO – Cellulite, come ridurla in 5 mosse senza spendere fortune

La maggiore preoccupazione e spesa estetica delle donne è per eliminare la cellulite. Ecco 5 modi fai da te per risolvere il problema senza spendere una fortuna

Per le donne la cellulite è la preoccupazione estetica più grande e la spesa maggiore che affrontano per la cura di se stesse. E la ragione è che nella  maggioranza dei casi fanno poco per impedire che arrivi, ma una volta arrivata   è il loro cruccio più grande, soprattutto dai 30 anni in su.
Se dunque per prevenirla è tardi, almeno vediamo che fare se è già arrivata. Medici e estetisti hanno elaborato 5 regole che fanno al caso nostro.  

  1. Concentratevi sui piedi: pediluvi in acqua salata, bagni caldi e freddi e massaggi plantari con una pallina da tennis saranno un toccasana. Una buona circolazione sanguigna rallenta la cellulite.
  2. Cambiate modo di fare la doccia al mattino: per meglio stimolare la microcircolazione, alternate getti di acqua fredda e calda, in senso circolare, partendo dal basso verso l’alto.
  3. Rallentate l’affanno quotidiano e cercate di dormire almeno otto ore per notte: da distesi l’organismo, oltre a rigenerarsi, si depura meglio.
  4. Fatevi insegnare dall’estetista i movimenti giusti per un automassaggio casalingo: dieci minuti al giorno, mentre stendete l’anticellulite, renderanno la crema ancor più efficace.
  5. I trattamenti estetici professionali rappresentano un valido sostegno alla terapia-urto anticellulite: dal linfodrenaggio manuale agli ultrasuoni per sciogliere adipe e cuscinetti, fino alla carbossiterapia, la tecnica che con l’anidride carbonica sotto pelle rompe le cellule che non ci piacciono.
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}