• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.639 visite

Vademecum del turista celiaco

Come regolarsi con l’intolleranza al glutine, per evitare rischi lontano da casa

Quando programma la sua vacanza, un celiaco deve pensare a qualcosa che la stragrande maggioranza dei viaggiatori può benissimo ignorare: come regolarsi con il cibo. Ma questo non vuol dire affatto che l’estate debba trasformarsi, per chi è intollerante al glutine (in Italia almeno 80 mila persone, ma senza contare 500 mila che non sanno di esserlo), in un periodo di sacrificio. Viaggiare in Italia o all’estero pur avendo la celiachia si può benissimo, e senza il minimo problema. Basta sapere alcune cose importanti.

Consigli per turisti celiaci e per chi viaggia con loro
Se resta in Italia, il celiaco non ha problemi particolari: può acquistare prodotti senza glutine a marchio Spiga Barrata in farmacia e al supermercato o i prodotti del libero commercio presenti nel prontuario dell’Associazione italiana celiachia (Aic). E può contare su ristoranti, pizzerie, alberghi ed altre strutture in grado di ospitare il celiaco con menu ad hoc (cioè privi di glutine).
Al contrario, partire per mete più lontane può comportare qualche difficoltà. Per aiutare il celiaco a dissipare dubbi e paure, gli esperti del comitato scientifico Dr Schär hanno realizzato un vademecum del turista celiaco. Eccolo.

  • UNA RETE DI AMICI. prima di partire, prendi contatti con l’associazione di celiaci del Paese che hai deciso di visitare.

  • ANCHE IN AEREO SENZA PENSIERI. Al momento della prenotazione del biglietto aereo richiedi il pasto gluten-free a bordo.

  • SPIEGA LE TUE ESIGENZE. Porta sempre con te la “gluten free restaurant card” per spiegare le tue esigenze alimentari in tutte le lingue del mondo.

  • PROVA NUOVI SAPORI. In molti Paesi puoi trovare piatti tipici a base di cereali naturalmente privi di glutine: ad esempio il pane di mais e le torte di tapioca in Africa, la feijoada in Brasile, il budino di riso in Canada e molte altre golosità ancora.

  • VIA LIBERA AL RISO, PERÒ… Fai attenzione anche quando scegli di mangiare riso. Deve essere cotto in una pentola non contaminata da bolliture precedenti. E anche il cucchiaio non deve essere stato usato per altre preparazioni.

  • GLUTINE NON È SOLO PASTA. Il glutine è contenuto anche in altri alimenti, come alcuni dadi, salumi, formaggi da spalmare… Attenzione anche alla pasta di farro o di kamut: entrambi sono cereali non permessi al celiaco.
  • MEDICINE? NO PROBLEM! Ricorda che tutti i medicinali sono senza glutine, quindi possono essere presi in tranquillità.

  • VARIA LA TUA ALIMENTAZIONE. Nel tuo menu quotidiano non devono mai mancare frutta, verdura, carne o pesce o legumi che sono naturalmente privi di glutine.

  • NO AL DIGIUNO. Porta sempre con teuno snack salato o dolce per superare un momento di difficoltà.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}