• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.780 visite

Tutta l’influenza in 10 risposte

I farmaci, le soluzioni naturali, i rimedi della nonna, la dieta

L’influenza, con un un po’ di ritardo rispetto al solito, sta per raggiungere il suo picco soltanto adesso. Ecco quindi un vademecum essenziale per difendersi.

1) Per difendersi dall’influenza, aiuta alzare le difese immunitarie?
Moltissimo. L’influenza è un virus: se il sistema immunitario è debole, prende facilmente il sopravvento.

2) Come fortificare il sistema immunitario?
Stili di vita corretti, alimentazione ad hoc, uso appropriato dei farmaci (solo antipiretici ed antinfiammatori).

 

Leggi anche: Come rinforzare le difese immunitarie

 

3) L’influenza si cura meglio e più in fretta con gli antibiotici?
No. Gli antibiotici uccidono i germi “cattivi” ma anche quelli “buoni”, abbassando le difese del sistema immunitario. Questi farmaci vanno usati solo in caso di malattie batteriche, rigorosamente dietro prescrizione del medico curante.

4) Prendere farmaci prima che venga l’influenza aiuta a prevenirla?
È inutile: la migliore forma di prevenzione resta la vaccinazione antinfluenzale e – per i soggetti a rischio, come i malati cronici – anche quella quella per lo pneumococco.

5) Gli integratori vitaminici (per esempio la vitamina C) tengono lontano l’influenza?
Non c’è alcuna prova scientifica sull’efficacia degli integratori in funzione antinfluenzale. Molto meglio un’alimentazione varia e ben bilanciata.

6) Esiste una dieta contro l’influenza?
Esistono alimenti che aiutano l’organismo a prevenirla ed eventualmente a farla durare meno quando si presenta. Anzitutto verdure di stagione, soprattutto quelle ricche di vitamina A come spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote, broccoletti. Ottimi anche cipolle e aglio, possibilmente crudi perché antibatterici: se il raffreddore è già arrivato, preparate un brodo di pollo; la cisteina contenuta in questo brodo aiuta a fluidificare il muco dei bronchi, l’aglio e la cipolla, servono a rinforzare l’organismo dall’attacco dei virus influenzali e parainfluenzali. Una spolverata di peperoncino aggiunto a fine cottura contribuirà a proteggere dall’infiammazione. Sì anche ai piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l´organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali. Per la frutta che va consumata per l´apporto di vitamina C: kiwi, clementine e arance.

 

Leggi anche: Perchè l’influenza si accanisce contro gli stressati

 

7) Quanto tempo ci vuole per guarire dall’influenza?
Se non ci sono complicanze, di solito in 5 giorni si torna in piena forma. Diverso è il discorso nel caso in cui, per esempio, vi siano problemi collegati di tipo intestinale: in questo caso, l’intestino avrà bisogno di almeno una decina di giorni per ripristinare l’originario equilibrio della flora batterica.

8) Esistono rimedi naturali per fronteggiare l’influenza?
La medicina naturale può fare molto contro l’influenza. Ecco i consigli dell’Associazione nazionale dei medici fitoterapeuti (Anmfit): ai primi sintomi febbrili, bere 2-3 tazze al giorno di tisana preparata con 2 chiodi di garofano e 1 frammento di cannella da far bollire in acqua per pochi minuti. Dopo l´infusione (20-30 minuti) aggiungere un cucchiaio di miele e il succo di mezzo limone. Per stroncare la malattia sono molti efficaci, anche per i bambini, integratori o farmaci a base di estratto di Echinacea, pianta del Nord America tra le più usate e studiate. Se poi l’influenza provoca dolori, curarli con Andrographis paniculata, ovvero con compresse di estratto di questa pianta tipica dell´India.

9) Esistono “rimedi della nonna” davvero efficaci?
Sì. Eccone qualcuno, suggerito dalla Coldiretti:

  • CONTRO IL MAL DI GOLA: fare gargarismi con succo di 2 limoni diluiti in mezzo bicchiere d’acqua e sale.
  • PER LA GOLA INFIAMMATA: fare dei gargarismi con un infuso di acqua bollente e foglie di basilico fresco.
  • PER SEDARE LA TOSSE: bere il succo di 1 limone con 1 cucchiaio di miele.
  • CONTRO IL MAL DI TESTA: tagliare delle fette di patata e metterle sulla fronte fermate con un foulard.
  • DURANTE LA CONVALESCENZA: mangiare pomodori crudi molto maturi o berne il succo.

Leggi anche: I rimedi della nonna che funzionano contro l’influenza

10) Quali sono le contromisure pratiche più semplici ed efficaci nella vita di tutti i giorni?
Anzitutto arieggiare con cura gli ambienti dove si soggiorna è fondamentale, specie se hanno ospitato molte persone: così si diluisce la concentrazione di virus presenti nell’aria. Ancor più della pulizia degli ambienti questa misura può abbassare di molto il rischio di trasmissione delle infezioni respiratorie. E poi, tenere pulite le mani: sono uno dei primi mezzi con cui i virus passano da una persona all’altra. Lavandole spesso resta una delle misure più efficaci di prevenzione.

 

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}