• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

7.024 visite

Testicoli, i 5 rischi che l’uomo deve assolutamente evitare

Orchite

L’orchite è un’infiammazione dei testicoli, analogamente per quanto accade nell’epididimite può essere sia di natura traumatica che di natura infettiva, pertanto al gonfiore testicolare si associano febbre, brividi, ematuria, emospermia (presenza di sangue nello sperma), l’intera zona pelvica può essere dolorante ed in genere si riscontrano linfonodi ingrossati. Si tratta di una condizione più frequente negli uomini adulti, specie dalla quinta decade di vita in avanti.

 

Torsione testicolare

E’ la rotazione di un testicolo sul suo cordone spermatico che blocca il flusso di sangue al testicolo stesso.
Di solito la torsione testicolare si verifica dopo la pubertà e fino a 25 anni e avviene per uno sviluppo anomalo del funicolo spermatico o della membrana che ricopre il testicolo rendendo possibile la torsione.

Quando accade, bisogna intervenire urgentemente con un intervento chirurgico per eliminare la torsione, perchè l’assenza di afflusso di sangue può mandare in necrosi il testicolo nel giro di 6-12 ore.

I sintomi sono un improvviso forte dolore che a volte sembra provenire dall’addome e la tumefazione del testicolo, nausea e vomito.

L’attenzione ai testicoli dev’essere massima nell’uomo perchè, ad eccezione della torsione e dell’orchite, le altre patologie non presentano sintomi e dunque l’uomo può averle senza accorgersene.

 

Leggi anche: Sesso, come aumentare l’eiaculazione per sentirsi più maschi

Bruno Costi
direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}