• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.163 visite

Tecniche estetiche per un collo più giovane

Tra gli interventi di medicina estetica non invasivi e non chirurgici possiamo fare due esempi: la biostimolazione e la bioristrutturazione. Sono iniezioni che ristrutturano e idratano le cellule, stimolando la produzione di collagene e di elastina.

L’intervento consiste nell’iniettare sotto pelle con un ago sottile amminoacidi, vitamine, bicarbonato di sodio e acido ialuronico biointerattivo (che viene assorbito lentamente, trasformandosi in nutrimento per la pelle). La seduta dura un’ora e si effettua in anestesia locale.

Per una soluzione più “definitiva”, invece, la chirurgia plastica estetica suggerisce una tecnica chiamata “face lifting”: riporta nella giusta posizione i muscoli del collo, elimina le rughe verticali e rende la pelle più tonica. Serve anche per rimodellare guance e zigomi ed eliminare zampe di gallina.

Consiste in questo: si fa un taglio sotto il mento, si inserisce una cannula che viene collegata a uno strumento che la fa vibrare. Questo movimento, velocissimo, riduce il doppio mento. Poi si taglia la cute in eccesso col bisturi.

L’intervento dura circa due ore. Può essere svolto in anestesia totale o locale, sotto sedativi.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}