• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

583 visite

Sport in estate, come evitare di farsi male

Sport in estate, come evitare di farsi male? Consigli per non correre rischi a ossa e articolazioni facendo attività fisica durante la bella stagione

Sport in estate, come evitare di farsi male?

Per molti di noi l’estate è anche il momento in cui ci riscopriamo più sportivi, ma se d’inverno l’allenamento non c’è stato, il rischio è di farsi male. Troppo sport, senza la adeguata preparazione, sto può creare dei problemi soprattutto a livello osteoarticolare.

Esistono molti accorgimenti da tenere in considerazione, a partire dalla scelta della fascia oraria nella quale fare l’attività sportiva, privilegiando quella delle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio, per ridurre notevoli perdite di acqua e sali minerali.
“Dopo un’ attività sportiva sostenuta è importante non dimenticare mai di dedicare 10 minuti allo stretching. Il metabolismo si deve gradualmente ristabilire dopo lo sforzo fisico poiché i processi digestivi sottraggono sangue ai muscoli e per questo motivo è consigliabile evitate di iniziare un pasto prima di 2-3 ore da quanto terminato lo sport – spiega Giorgio Maria Calori, Direttore della Divisione di Chirurgia Ortopedica Riparativa (COR) dell’Istituto Ortopedico Gaetano Pini di Milano.
Ecco alcune importanti indicazioni e suggerimenti per chi vuole proteggersi da traumi o contusioni durante le vacanze estive.

 

Leggi anche: Come fare uno stretching che fa bene

 

Se ti piace correre sulla spiaggia

Per chi è ben allenato la saltuaria corsa sulla spiaggia può essere un buon modo per irrobustire la muscolatura di piedi e gambe; ma per gli sportivi improvvisati può essere un vero rischio per i tendini della caviglia.
E’ consigliabile correre sulla sabbia bagnata in prossimità della battigia dove il suolo è più compatto. Bisogna sempre indossare scarpe da corsa per non rischiare di tagliarsi o graffiarsi.
Evitate di correre su terreni in pendenza, la sabbia non dà un adeguato sostegno a piedi e caviglie comportando un aumento del rischio di danneggiamento delle articolazioni.

 

Leggi anche: A che ora è meglio fare sport

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}