• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.485 visite

Sonno al volante? Può nascondere una malattia. Ecco quale

I sintomi di un problema che può essere fatale alla guida

Sono circa 3 milioni gli italiani che corrono un rischio altissimo mettendosi al volante senza aver riposato durante la notte. Automobilisti distratti, poco reattivi e stanchi, vittime della sonnolenza diurna che può provocare una distrazione fatale alla guida. “Le cause sono alcune malattie del sonno come le apnee ostruttive notturne e la narcolessia. Disturbi, anche gravi, che portano ad un cattivo riposo e di conseguenza a compromettere le attività quotidiane al risveglio”.

 

Disturbi del sonno: sei a rischio? Scoprilo con IL TEST

 

 

Controlli medici inadeguati

A fare il punto su queste malattie è Loreta Di Michele, responsabile dell’Ambulatorio disturbi del sonno del San Camillo-Forlanini di Roma, che spiega all’Adnkronos Salute come “in Italia non ci sono controlli medici adeguati nel rinnovo della patente in grado di verificare questo tipo di malattie, abbiamo milioni di potenziali ‘killer’ sulle strade. Solo a Roma – osserva – stimiamo che a soffrire del disturbo siano 100 mila persone, ma nel Paese arrivano ad essere 3 milioni”.
Una recente ricerca italiana stima che il 21,9% di tutti gli incidenti stradali avviene proprio a causa del mancato riposo.

 

Leggi anche: L’otorino: “masi sottovalutare le apnee notturne”

(segue)…

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}