• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.143 visite

Sigarette elettroniche? Vietate ai minori

Non esiste ad oggi una regolamentazione sull´utilizzo della sigaretta elettronica. Pubblicizzata come la "sorella" di quella tradizionale ma senza tabacco, senza catrame, senza sostanze cancerogene, senza cattivi odori, è ora finita sul banco degli imputati perché, anche se priva delle sostanze cancerogene legate alla combustione del tabacco, non è del tutto innocua.

Il ministero della Salute: divieto sotto i 18 anni
In una nota del Ministero della Salute si rende noto che "l´Istituto Superiore di Sanità ha consegnato al Ministero della Salute un aggiornamento scientifico in merito alla pericolosità delle sigarette elettroniche che contengono nicotina". L´Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha condotto una ricerca che ha dimostrato come anche nei dispositivi a bassa concentrazione di nicotina, la quantità contenuta è maggiore rispetto a quanto prevedono le norme europee. La conclusione? Che ad oggi non c´è una certificazione di sicurezza assoluta, tant´è che il Ministero della Salute ha innalzato l´età di divieto a 18 anni.

L´Oms: la sigaretta elettronica non dissuade dal fumo
L’Organizzazione mondiale della sanità evidenzia che ad oggi "non esiste evidenza scientifica sufficiente a stabilirne la sicurezza d´uso e l´efficacia come metodo per la disassuefazione da fumo e andrebbero regolamentati come dispositivi medici o prodotti farmaceutici e non come prodotti da tabacco".

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}