• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.190 visite

Sigaretta elettronica, i rischi per la salute

A seconda dei modelli la sigaretta elettronica assicura da 70 a 150 tiri. L’atomizzatore produce il vapore che, passando per la cartuccia, si arricchisce di sapore e gusto in base all’aroma scelto. Ma non si fuma solo vapore acqueo. Uno studio dell´università di Atene che è stato presentato al meeting della European Respiratory Society (Ers)  ha controvertito i dati confortanti  arrivati dal congresso della Società europea di cardiologia su questi dispositivi e avverte: “le sigarette elettroniche possono essere dannose per i polmoni”.

 

Sapresti smettere di fumare? Scoprilo con IL TEST

 

I risultati dello studio
Nello studio che ha voluto affrontare la questione degli effetti a breve termine delle sigarette elettroniche, su persone diverse ha coinvolto 8 individui che non avevano mai fumato e 24 tabagisti, di cui 11 con funzione polmonare normale e 13 con Broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) o asma. Ogni volontario ha utilizzato una sigaretta elettronica per 10 minuti. I ricercatori greci hanno poi misurato l´aumento della resistenza delle vie aeree (broncocostrizione) mediante una serie di test, compreso quello spirometrico.
I risultati? Nei soggetti sani, c´è stato un aumento statisticamente significativo della resistenza delle vie aeree in media del 182-206%, che perdura per 10 minuti. Nei fumatori con spirometria normale, l´aumento è risultato in media pari a +176-220%. Non è stato registrato nessun effetto nei soggetti con asma e con bronchite cronica, perché hanno già una condizione di restringimento bronchiale.

 

Leggi anche: Parla l’Oncologo Schittulli: “La sigaretta elettronica non aiuta a smettere di fumare”

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}