• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.154 visite

Sicurezza alimentare, Italia prima in Europa

Solo lo 0,3% dei nostri prodotti agroalimentari ha residui oltre la norma

L´Europa promuove l´Italia per la sicurezza alimentare. I prodotti agroalimentari del nostro Paese sono quelli più sicuri, presentando residui nocivi superiori ai limiti consentiti dalle normative soltanto nello 0,3% dei casi. Un record che ci dà il primato continentale, secondo il Report Annuale sugli Agrofarmaci dell´Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa).

I risultati
Dal Rapporto, stilato a partire dai programmi nazionali di monitoraggio sugli agrofarmaci realizzati in tutti gli Stati membri, emerge che su oltre 77 mila campioni prelevati su 500 diversi tipi di alimenti nel 97,2% dei casi sono stati rispettati i limiti fissati dalla normativa europea.
L´Italia, inoltre, conquista il primato in Europa della sicurezza alimentare con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui superiori ai limiti consentiti (0,3%).

I controlli funzionano
Soddisfazione di Agrofarma (l´Associazione nazionale imprese agrofarmaci che fa parte di Federchimica), che ricorda come "l´ortofrutta italiana sia sottoposta a rigorose e continuative verifiche che permettono di garantire massimi standard di sicurezza alimentare; i risultati del report EFSA, infatti, confermano gli ultimi dati pubblicati dal Rapporto ufficiale Fitofarmaci del Ministero della Salute sulla presenza di residui nella frutta e verdura coltivati in Italia, secondo cui addirittura il 64,2% di frutta e verdura italiane sono del tutto privi di residui".

La qualità paga
"I dati resi noti dall´Efsa sono un´ulteriore conferma della sicurezza dei prodotti ortofrutticoli coltivati in Europa", ha dichiarato Andrea Barella, presidente di Agrofarma. "In particolare, il nostro Paese rappresenta un´eccellenza in termini di qualità e si afferma come leader in Europa in materia di sicurezza alimentare. Un risultato che ogni anno conferma sempre più l´impegno di tutta la filiera agricola per un´agricoltura sostenibile a maggior tutela della salute del consumatore".

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}