• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.284 visite

Musica, tutti i segreti del ritmo

Il senso del tempo è innato, già da neonati seguiamo la musica

musica

Il senso del ritmo si manifesta nei bambini a un´età molto più precoce di quanto i medici abbiano finora sospettato.

Un team internazionale di ricercatori ha osservato con la risonanza magnetica le reazioni del cervello di un gruppo di bebè di due o tre giorni di vita, e ha scoperto che i neonati riuscivano a seguire il ritmo della musica: ascoltavano e reagivano se si interrompeva.

 

Leggi anche: Lezioni di musica ai bambini? 6 consigli per genitori

 

Lo studio
Per lo studio sono stati esaminati 14 bimbi. Gli scienziati hanno osservato nel loro cervello un´attività elettrica del tutto simile a quella dei 14 adulti (le mamme che li tenevano in braccio) esaminati contemporaneamente durante una seduta in cui è stata suonata della musica con un forte ritmo scandito dalla batteria.

Le risonanze magnetiche al cervello hanno rivelato che i bebè seguivano il ritmo e, come chiunque ascolti della musica, hanno cominciato ad anticipare le note, aspettandosi che il batterista continuasse con lo stesso ritmo e reagendo se invece si interrompeva.

 

Qual è lo strumento musicale ideale per tuo figlio? Scoprilo con IL TEST

 

A prescindere dal cuore o dalla voce della mamma
La scoperta potrebbe cambiare il modo in cui i medici considerano le abilità musicali dei bambini. Molti ricercatori hanno finora pensato che i più piccoli imparino la musica ascoltando gli adulti, ma la nuova ricerca suggerisce che il ritmo potrebbe essere un´abilità innata. E sarebbe una qualità prettamente umana: secondo lo scienziato, non dipende dal fatto di sentire il battito del cuore della mamma o la sua voce quando il feto è ancora nell´utero.

Honing fa infatti notare che i primati a noi più vicini, gli scimpanzè, sentono anch´essi il battito del cuore materno prima di nascere, e tuttavia non hanno il senso del ritmo.

 

Leggi anche: Così la musica può potenziare la memoria

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}