• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

398 visite

Il pranzo è in tavola? Sfatiamo insieme i falsi miti

Sfatiamo insieme i falsi miti
Al momento di rimetterci in riga, siamo tutti convinti di sapere come fare, nella certezza di conoscere le regole fondamentali della corretta alimentazione.
E invece spesso si sbaglia proprio perché si cade in uno dei mille luoghi comuni della tavola. Eccone alcuni.

Fare colazione solo con il caffè NON aiuta a perdere peso.
Non fare colazione e limitarsi a bere solo un caffè significa non solo ad andare incontro a carenze di zuccheri, con relativa difficoltà di concentrazione, ma anche ad attacchi di fame improvvisa che ci indurranno a mangiare tutto quello che capita a tiro. Risultato? Poco nutrimento, ma solo un pieno di calorie. Perciò è importante fare una colazione sana, magari a base di latte, caffè, pane con marmellata o miele e un frutto di stagione.

Saltare il pranzo NON fa dimagrire.
Anche se avete poco tempo dovreste almeno mangiare un panino, purché a base di alimenti leggeri e nutrienti. Piccolo trucco: mangiate con calma, masticando ogni singolo boccone. E non dimenticate un frutto di stagione per concludere il pasto.

Bandire pasta e pane NON serve a diminuire le calorie.
Questi due alimenti sono la base della dieta mediterranea: ricchi di carboidrati complessi, fonte di energia, ma anche di proteine vegetali utili per coprire il fabbisogno quotidiano. Eliminarli è un grave errore, meglio limitarne la quantità.

Eliminare la carne NON fa bene alla dieta.
La carne è una fonte di proteine, vitamina B 12 e ferro, tutti elementi indispensabili per il nostro regime alimentare. L’importante è sapersi moderare: un adulto non dovrebbe consumarla più di un paio di volte la settimana. Se invece la rinuncia nasce da una scelta culturale, è bene sostituire questo piatto con pesce, legumi o uova.

Olio e burro fanno male alla salute.
È vero il contrario. Il primo è il condimento ideale per ogni portata: ricco di polifenoli, contribuisce a tenere basso il livello di colesterolo e mantiene elastica la membrana cellulare. L’importante è limitarsi alla dose consigliata dai dietologi, due cucchiai da tavola al giorno. Il burro, invece, è più dannoso per il cuore, ma non è necessario bandirlo del tutto, basta usarlo con moderazione.

Mangiare solo frutta e verdura NON fa dimagrire in fretta.
Niente di più sbagliato. È vero che la frutta fornisce una buona dose di energia grazie al fruttosio, ma la verdura non basta certo a coprire il fabbisogno di proteine giornaliero. Meglio sempre accompagnare queste pietanze a un pasto leggero. Il segreto di un’alimentazione sana è la varietà.

Dopo un’abbuffata NON bisogna sempre digiunare.
Altro errore grave. Così non si dimagrisce, ma si contribuisce solo a indebolire l’organismo. Meglio allora limitarsi a un po’ di verdura, ma in un menu leggero in cui vi sia pasta o riso e un petto di pollo ai ferri con un filo d’olio a crudo. Al massimo, bandite grassi e alcolici per un paio di giorni.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}