• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.541 visite

Sesso, ecco perché d’estate si fa di più

Perchè d’estate facciamo più sesso? Tutte le teorie che lo spiegano ed i benefici che possiamo incamerare nel fare l”amore in questa stagione

Mai come d’estate siamo portati a fare più sesso. Saranno i corpi che si mettono in mostra, saranno i freni inibitori che si allentano o il relax delle vacanze, fatto sta che ci sembra di avere un maggior desiderio sessuale.

È solo un’impressione? No, anzi. Almeno una ragione scientifica c’è e l’hanno scoperta alcuni ricercatori dello State Hospital di Boston (negli Stati Uniti).

 

Vitamina D e testosterone

Secondo gli esperti americani, il sole d´estate raddoppia i livelli di testosterone, aumentando la libido. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che i raggi solari favoriscono la produzione di vitamina D, che a sua volta aumenta la produzione dell´ormone.

 

Leggi anche: Sesso “bio”, come raggiungere un orgasmo biologico

 

I benefici del sesso

Non basta. La scienza ha dimostrato anche che il sesso apporta all’organismo diversi effetti benefici. Anzitutto, una forma di scudo a protezione del cuore e dell’apparato cardiovascolare.

Facciamo un paio di esempi, tra i tanti studi in questo senso.

  • Uno studio condotto presso la Queen University di Belfast (Irlanda del Nord) ha rilevato che fare sesso almeno tre volte la settimana potrebbe dimezzare il rischio di infarto ictus.
  • Un altro studio condotto in Israele ha invece scoperto che le donne che hanno avuto due orgasmi a settimana, hanno fino al 30% in meno di probabilità di soffrire di malattie cardiache rispetto a coloro cui non piace fare sesso o non raggiungono l´orgasmo.

Lisa Turner, terapista sessuale e autrice del rapporto, ha spiegato: “Una possibile spiegazione di questi risultati è che queste donne possono sentirsi depresse, il che è collegato a un rischio più elevato di attacco cardiaco. Le endorfine rilasciate durante il sesso possono inoltre neutralizzare gli ormoni dello stress nel corpo, che sono a loro volta collegati a malattie cardiache”.

Leggi anche:  Cosa accade nel cervello della donna durante l’orgasmo

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}