• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

551 visite

Sesso, perchè molti giovani preferiscono le donne “mature”

Se nel sesso tutto è permesso, anche la pulsione erotica di un giovane per una donna di mezza età o di una donna giovane per un uomo anziano ha diritto di cittadinanza.

Il fatto è che a volte i titoli di giornale ci raccontano di una donna ottantacinquenne violentata da uno giovane rapinatore (che bisogno ci sarebbe di procedere ad una violenza se l’obiettivo è una rapina?). Oppure ci raccontano di ragazzi molto giovani che si accompagnano sessualmente con donne molto più anziane ( Gina Lollobrigida non ha mai negato il piacere. di accompagnarsi con il suo giovane fidanzato) o donne che potrebbero essere  loro madri.

Ma che il fenomeno del sesso intergenerazionale sia diventato di massa lo dimostrano alcuni studi ed una navigazione nemmeno troppo attenta su Google: la parola più ricercata nel motore di ricerca quando si cercano sensazioni forti è “Milf”: 952 milioni di risultati che spaziano dai siti porno a Wikipedia che così descrive il sostantivo “Milf”:  acronimo tratto dal linguaggio gergale anglo-americano composto dalle iniziali delle parole dell’espressione Mother I’d Like to Fuck (“Madre che mi vorrei scopare”). Il termine designa generalmente donne di mezza età considerate ancora sessualmente appetibili da parte di uomini più giovani.

 

Sei represso o disinibito? Scoprilo con IL TEST

 

 

Scientificamente si chiama gerontofilia

L’attitudine è censita dal manuale di psichiatria americano ed è definita gerontofilia ma non necessariamente dev’essere considerata patologica . Al di là dell’accettabilità sociale del rapporto sessuale tra giovani e anziani, gli psichiatri definiscono patologica solo una situazione del genere che matura in un ambito nel quale in una delle due parti non ci sia consenso, o il ruolo di una delle due sia tale da umiliarne la persona o la personalità.

Le descrizioni psicopatologiche variano, i casi sono scarsi e la riflessione medico/psicologica resta ancora tutta da scrivere. Secondo l’ottica psicoanalitica, le cause del disturbo potrebbero essere riconducibili al mancato superamento dei complessi infantili di Edipo (per la madre) e di Elettra (per il padre).

D’ altro canto, i case reports presenti in letteratura, generano spesso più domande che risposte. Ad esempio una Letter to Editor pubblicata su Lancet, riporta i casi di 3 uomini, rispettivamente di 68, 82 e 85 anni che avevano avuto rapporti sessuali con donne anziane e cognitivamente compromesse, di età compresa tra gli 85 ed i 104 anni. Dato che gli uomini si erano rivelati come condannati in passato per violenza sessuale su minori, gli autori hanno sollevato la questione se i soggetti siano virati con il passare del tempo “da pedofilia a gerontofilia“.E questo è l’aspetto patologico.

 

Leggi anche: Il sesso dei teen agers? un gioco trasgressivo

 

 

 

direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}