• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

8.511 visite

Sesso in pubblico: tutti i perchè del gioco dell’estate

L’estate 2017 sarà ricordata come quella del sesso in pubblico e all’aperto davanti a tutti che piace all’80% degli italiani: tutti i casi più hot, i perch+ del fenomeno di massa dell’estate 2017.

sesso in pubblico

Da Roma a Napoli, da Milano a Trieste, da Venezia ad Alessandria, l’estate 2017 sarà ricordata come quella del sesso in pubblico e all’aperto davanti a tutti; un misto di fuga da “Lucifero”, (l’anticiclone che porta il caldo record di quest’anno e che mal si concilia con rapporti sessuali al chiuso di una stanza da letto), e voglia di trasgredire e di proibito del tipo: se qualcuno ti vede mentre lo fai, chissenefrega, peggio ( o meglio) per lui.

I casi si moltiplicano e vengono segnalati da ogni angolo d’Italia, forse con un po’ meno di frequenza al Sud.

A Roma, lo hanno fatto in pieno centro a Trastevere ma anche in semi centro all’aperto in pieno giorno nel parco della Caffarella al quartiere Tuscolano ed erano italiani. Ma in mezzo alla folla del foro romano sono stati due turisti stranieri in pieno giorno incuranti degli schiamazzi e delle code per visitare i monumenti,a farlo nella posizione più gettonata per chi ha fretta, cioè “alla pecorina”, come ha documentato la web tv you reporter. Guarda i Video.

 

 

Leggi anche: Fare sesso nel sonno, una malattia tutta maschile

 

Ad Alessandria due focosi amanti sono stati colti nel pieno della passione in una piazzola dell’autostrada A 26, a Venezia sull’altana di un balcone, a Milano in un bar, a Trieste sul cofano di un’auto parcheggiata di fianco alla Stazione Rogers per poi spostarsi, un attimo più tardi, sull’asfalto più fresco della strada .

“ Il Fatto Quotidiano” parla di apocalisse del sesso all’aria aperta, en plein air, outdoor, in strada, sul cemento, sulla pietra, sull’erba e di un’ estate 2017 che sembra demolire tutti i freni inibitori possibili: dal sesso orale, a pecorina, cow girl e smorzacandela., La Stampa, il rigoroso quotidiano piemontese, parla di voglia di esibizionismo e di menefreghismo dove, forse, nell’Italia del terzo millennio “di sesso se ne fa meno ma se ne vede di più, per la gioia dei voyeur”.

 

Sesso, sei represso o disinibito? Scoprilo con IL TEST

 

 

Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}