• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

432 visite

Sei ottimista o pessimista? Questione di cervello

Così la mente si attiva in un senso o nell’altro di fronte a uno scenario preoccupante

L’ottimismo e il pessimismo affondano le proprie radici nel cervello, infatti, di fronte alla medesima situazione il cervello di chi vede rosa attiva aree neurali differenti rispetto a quello di chi vede sempre tutto grigio.
Lo dimostra uno studio diretto da Jason Moser della Michigan State University (negli Stati Uniti), pubblicato sulla rivista scientifica "Journal of Abnormal Psychology".

Lo studio
Gli esperti hanno chiesto a 71 volontari di guardare una immagine raffigurante una donna con un coltello puntato alla gola dalle mani di un uomo e di immaginare un esito a lieto fine per quella situazione, per esempio che la donna si riesce a liberare dalla morsa del suo aggressore. Ogni partecipante ha poi anche compilato un questionario formulato per stabilire la sua indole pessimista o ottimista.
Durante l’esperimento con la foto il cervello di ciascuno è stato osservato in diretta con la risonanza magnetica ed è emerso che coloro che al questionario erano risultati "pessimisti dentro", non solo non riuscivano o riuscivano con difficoltà a immaginarsi un esito positivo, ma il loro cervello – di fronte alla ipotetica aggressione – rispondeva in modo molto più intenso e attivando aree neurali differenti rispetto al cervello degli ottimisti.
Come se non bastasse, i pessimisti mostravano un aumento paradossale di attivazione cerebrale, quando veniva chiesto loro di tenere a bada il più possibile le proprie emozioni negative di fronte alla finta aggressione, segno che proprio i pessimisti non riescono a sedare le proprie preoccupazioni.

I risultati
Sebbene non sia chiaro se queste differenze siano innate, da questo studio emerge che il cervello de pessimisti funziona in maniera del tutto di versa rispetto a quello dei pessimisti.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}