• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.168 visite

Seduzione: 5 regole per conquistarla ai fornelli

La cucina come luogo per accendere o ritrovare l’intesa di coppia: è la “Cooking Therapy”

seduzione-in-cucina

La seduzione al maschile passa per la cucina.

Già, perché l´uomo ai fornelli viene visto sempre di più come un formidabile seduttore, il miglior regalo per la donna: sia che si tratti di una “prima volta”, sia che invece si tratti della partner con cui riaccendere un rapporto un po´ affievolito dal passare del tempo. La cucina, insomma, come il vero nido d´amore della coppia, dove ritrovare armonia e costruire affiatamento, intesa e intimità.
Stiamo parlando della “Cooking Therapy”, una strategia di seduzione e nello stesso tempo di rafforzamento della coppia, elaborata da un campione di 90 esperti (sessuologi, psicologi, chef stellati) interpellati da uno studio del Polli Cooking Lab, l’osservatorio internazionale creato dall’omonima azienda italiana, sul modo in cui il rapporto cibo-eros possa rivitalizzare l’armonia di coppia.

 

 

Se ai fornelli si mette lui
Stando ai risultati dello studio, attraverso la cucina e la preparazione di piatti semplici, genuini e gustosi, infatti, si riesce a stupire la donna (58%), a coinvolgerla in un gioco di seduzione (45%), si stimolano tutti i suoi sensi (37%). La casa, come luogo di conquista, batte quindi discoteche (37%) e località turistiche (34%), in quanto offre più intimità (65%), più tranquillità e dà più spazio al “gioco” (58%).

 

Leggi anche: La voce, arma regina di seduzione

 

Gli ingredienti della seduzione
Quali sono dunque questi nuovi ingredienti della seduzione? Rispetto al passato, è molto più efficace un gesto semplice, come il cucinare per lei (messo in evidenza dal 52% degli intervistati). Il mettersi ai fornelli riesce, infatti, non solo a unire fattori come “l’elemento sorpresa” (58%), la voglia di “giocare” (45%), il “coinvolgimento dei sensi” (37%), ma consente anche di mettere in risalto la propria creatività (35%).

 

 

La preparazione, chiave della seduzione
Non si tratta semplicemente di organizzare una romantica cenetta a due, secondo gli esperti la seduzione parte proprio dalla preparazione, da tutti i gesti che ne fanno parte e dallo stesso “luogo” dove ciò avviene.
Se in passato i luoghi ideali per far sbocciare la passione di coppia erano le discoteche (37%), i bar (22%), i locali notturni (35%) o le località turistiche (34%), oggi, dunque, si preferisce la casa, che torna ad essere il centro di ogni gioco di seduzione (come evidenzia il 67% degli esperti). Per sessuologi, psicologi e chef la casa offre soprattutto intimità (65%), possibilità di esprimere se stessi (68%) e libertà di fare ciò che si vuole (61%). Le mura domestiche assicurano anche maggiore tranquillità (64%) e armonia (45%) tra i due partner.

 

Leggi anche: 7 segnali che la seduzione è riuscita

 

 

In cucina, meglio che in camera da letto
La vera sorpresa, però, è che la passione e la seduzione si riaccendono in cucina, tra pentole, fornelli e cibi afrodisiaci. Il 73% la individua come “luogo della seduzione” più della classica camera da letto (51%) e del soggiorno (42%). I motivi? E’ in cucina che si concentrano stimoli e sensazioni in grado di risvegliare tutti i sensi (61%). Secondo gli esperti, infatti, la cucina è un vero e proprio luogo di “complicità” (57%) dove aumenta la voglia di giocare (43%) e di creare un dialogo, conoscendosi a fondo e confrontandosi (36%). Il tutto, naturalmente, se a condurre il gioco e diventare protagonista è l’uomo, che può così sorprenderla e dare libero sfogo alla sua creatività attraverso la preparazione di ricette semplici (68%), ma gustose (63%) e leggere (74%), in modo da non appesantire e rendere piacevole anche il post cena. In questo gioco di seduzione gli alleati sono tutti quegli elementi che contribuiscono ad affascinare i sensi della “lei”: dai sapori dei cibi (78%), ai colori delle pietanze (65%) passando per i loro profumi (55%), tutte cose che contribuiscono a creare un’esperienza multisensoriale che coinvolge i due partner e fa scoppiare la scintilla della passione.

 

 

Le regole della Cooking Therapy
Ma quali sono i consigli e le regole della Cooking Therapy per ritrovare il benessere ed il feeling di coppia? Per sedurre il proprio partner, riscoprendo la passione affievolita a causa dei ritmi di vita caotici e dei numerosi impegni lavorativi, basta seguire le 5 regole d’oro della Cooking Therapy che permetteranno di ritrovare la complicità, a tavola come a letto.

  1. Acquistare insieme aiuta: la scelta del menu passa attraverso la spesa; se condivisa, crea affiatamento nella coppia. Basta scegliere prodotti genuini e leggeri che aiutano il metabolismo, facili sia da preparare che da consumare.
  2. Cucinare con semplicità è un esperienza multisensoriale: la preparazione delle pietanze è una fase importante; toccando e manipolando gli alimenti, si stimolano i sensi e si accende la passione. Gli esperti consigliano di scegliere cibi freschi, colorati, prediligendo frutta e verdura.
  3. Allestire la cucina e la tavola con gusto: occorrono pochi e semplici accorgimenti per rendere l’ambiente romantico e gradevole, attraverso tonalità calde sia nei colori sia nelle luci, e impreziosendo la tavola con piante e fiori aromatici, così da soddisfare vista e olfatto, due sensi fondamentali per trasmettere un senso di rilassatezza.
  4. Scegliere la giusta colonna sonora: occorre scegliere un sottofondo musicale apprezzato da entrambi, o che richiami magari un episodio particolare della propria vita di coppia, capace di ricaricare l’energia e di creare la giusta atmosfera. Anche l’udito contribuisce a trasformare positivamente ogni esperienza.
  5. Conquistarla a tavola: movenze e gestualità nella degustazione dei cibi, con semplicità e armonia, possono far scattare la scintilla tra i due partner, allo scopo di ritrovare il feeling e riaccendere la passione.

Leggi anche: Sesso e profumo: ecco il punto debole delle donne

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}