• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.512 visite

Come scegliere il partner: per la scienza basta una foto.

Le donne scelgono il partner dai tratti del volto: i più attraenti garantiscono salute, longevità e maggiore fertilità

Scegliere il partner può rivelarsi  per una donna molto più semplice di quello che si creda. Potrebbe bastare anche guardare una foto e il gioco potrebbe essere fatto, senza tanti incontri,  sguardi languidi e giochi seduttivi.

È quanto rivela una ricerca condotta dagli psicologi dell´università di Albany, dalla quale risulta che i volti convenzionalmente ritenuti più attraenti corrispondono a uomini più forti, dalle fattezze più mascoline, con più partner al proprio attivo.

Nell´ambito della ricerca, pubblicata sulla rivista on line “Evolutionary psychology”, il dottor Gordon Gallup e la dottoressa Melanie Shoup hanno chiesto a diversi gruppi di donne di valutare l´”appetibilità” di alcuni uomini mostrati in fotografia: il loro giudizio era stato poi messo a confronto con valutazioni oggettive sulla forza fisica, l´aspetto mascolino, il numero delle partner, l´età della prima esperienza sessuale dei soggetti.

 

Leggi anche: Amore, perchè i brutti spesso piacciono ai belli

 

La scelta delle donne si orientava invariabilmente sugli uomini che erano effettivamente più attraenti, dal punto di vista della riproduzione. “Un viso piacevole corrisponde a una persona in salute che conduce una vita sana – osserva il dottor Gallup, che è psicologo evolutivo. – Ma abbiamo anche riscontrato che gli uomini attraenti tendono a vivere più a lungo e persino a produrre sperma più vitale”. Secondo i ricercatori, il viso è la “spia” della fortuna evolutiva di un soggetto.

Ma il risultato vale sempre in ogni epoca o situazione? la crisi economica che spesso attanaglia i bilanci delle famiglie può cambiare anche queste percezioni.

“La crisi attuale è ancora troppo recente per osservarne gli effetti biologici, ma è dimostrato che in periodi difficili le strategie seduttive femminili si orientano verso vantaggi non riproduttivi e il fascino maschile aumenta in modo proporzionale agli sforzi che manifesta nel superare gli handicap”, ha spiegato Emmanuele A.Jannini al congresso internazionale Gender and Science che si è tenuto allA?università “La Sapienza” di Roma, organizzato dalla Università di Roma Sapienza e dallA?Università di Sassari, promosso dalla Fondazione internazionale Menarini.

 

Leggi anche: Cervello, se sei ricco ce l’hai scritto in faccia

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}