• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.735 visite

Figlie depresse? Ecco quando è colpa delle mamme

Se la figlia è depressa, insicura, con poca autostima qualche responsabilità può averla anche la mamma, specialmente se si comporta come ha svelato uno studio inglese. Ecco cosa dice.

mamme-frustrate

Se avete figlie depresse,  insicure, che si credono grasse ma non lo sono, si vedono  brutte ma non lo sono, insomma se avete  figlie con poca autostima e non sapete perchè,  la colpa potrebbe essere certamente la fase critica dell’età,  la psicologia in transizione,come accade nell’adolescenza,  ma potrebbe esserci dell’altro, e quest’altro potreste essere voi mamme, anche se in buona fede e senza saperlo.

A domandarselo non è un forum di mamme ansiose, nè  i frequentatori di un centro di recupero di tossicodipendenti, ma niente meno che i ricercatori  dell’Institute of Education dell´Università di Londra,  i quali hanno avviato una strutturata ricerca al riguardo per venire incontro alle ansie delle mamme di oggi e soprattutto alle insicurezze delle mamme di domani.

 

 

Leggi anche: Educazione dei figli: genitori non scambiatevi i ruoli

 

Mamme  sotto la lente 

L’obiettivo dei ricercatori era indagare sulle correlazioni tra i messaggi  inviati dalle mamme  ai figli in quei fruttuosi e delicatissimi momenti formativi che le mamme condividono con i piccolo nei vari momenti della giornata. E capire qualcosa di più sul tipo di influenza che il comportamento o l’esempio delle mamme produce sul modo di essere dei figli.

Ebbene, l’esito delle loro ricerche è approdato ad un duplice risultato:  ciò che le mamme dicono, manifestano sul comportamento dei figli e sulla loro  capacità di riuscire nella vita è importantissimo sulla formazione del carattere dei figli stessi. Ma non solo, lo è in particolare per le figlie femmine più che per i figli maschi i quali, pare, sono in grado di trovare meglio la loro strada al di fuori del rapporto con la madre.

Più in dettaglio i risultati della ricerca hanno appurato che la fiducia della madre nelle capacità delle proprie figlie influisce sulla stima che queste provano per se stesse. Non solo, ma l’opinione di una mamma sulla propria figlia ha una così rilevante importanza da definire   il modo di essere della stessa figlia nel futuro, da adulta.

I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista “British Journal of Educational Psychology”, sintetizzano le ricerche su un gruppo di bambini nati nel 1970 che sono poi stati seguiti per vent’anni fino all’età adulta. I ricercatori hanno invitato le mamme a prevedere a quale età il proprio bambino avrebbe finito gli studi.  Un modo implicito per sollecitate indirettamente un giudizio delle mamme, ottime conoscitrici dei propri figli, sulle possibilità di  successo dei propri figli e dunque per misurare il grado di fiducia delle mamme sulle loro capacità.

 

Leggi anche: Educare i figli: come sgridare il ragazzo adolescente

 

Il ruolo dell’incoraggiamento e della fiducia

Dopo circa 20 anni, queste informazioni sono state confrontate con le dichiarazioni dei bambini, ormai diventati adulti. Ed è a quel punto che sono emerse le scoperte inaspettate.

Non solo è emerso che il giudizio sulle capacità dei propri figli influisce fortemente sulla capacità di autorealizzazione  dei figli stessi, ma è risultata evidente anche la fragilità delle figlie femmine rispetto ai maschi.

Infatti, in età adulta   erano le figlie femmine  di mamme che erano state poco   empatiche ed incoraggianti a mostrare un grado di sfiducia in se stesse ed un basso livello di autostima. Come a voler dire che se una mamma anche inconsapevolmente rimprovera ma non incoraggia, punisce ma non premia, concede  ma non mostra interesse, mette al centro se stessa prevaricando sulla figlia, ebbene questa mamma ha una probabilità più alta di  formare una figlia depressa insicura e con scarsa autostima.

Cosa che i ricercatori hanno riscontrato anche nei maschi ma in misura molto minore, quasi a voler significare che i maschi, al dunque, una loro strada la trovano anche a prescindere dalle madri.

L’evidenza riguardava però solo gli aspetti caratteriali  e psicologici non i risultati ed il successo nella vita di lavoro. Il che  potrebbe spiegare però perchè tanti  manager  di successo o donne in carriera, umanamente   poi sono molto diversi ed a volte complessi.

 

Ridi e scherzi abbastanza con tua figlia? Scoprilo con IL TEST

 

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}