• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

877 visite

Se la mamma è stressata, il feto se ne accorge

Uno studio britannico: già  al quinto mese il nascituro avverte lo stato di tensione del genitore attraverso il liquido amniotico

Lo stress da gravidanza (ma non solo) si trasmette, con tutti i suoi effetti negativi, al nascituro. Lo ha dimostrato una ricerca britannica dell’Imperial college di Londra, secondo cui la capacità del feto di avvertire lo stato d’ansia della mamma è precoce rispetto a quanto fino a oggi si pensasse. Pare infatti che già dalla diciassettesima settimana di gestazione i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress materno) presenti nel sangue provochino conseguenze e alterazioni nei confronti del liquido amniotico.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}