• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

17.963 visite

Innamorato di una escort? Ecco che succede

Che succede se il cliente della escort si innamora? E perché accade? Una ricerca indaga su un fenomeno molto più frequente di quanto si creda. ecco tutte le risposte.

Innamorato di una escort? Ecco che succede

Innamorato di una escort: a volte succede ed è un problema. Ma  che succede se il cliente della escort si innamora?  E perché accade?

Fino a oggi era qualcosa cui ci avevano abituato i film. Il cliente che si innamora della prostituta, quello che cerca di redimerla e portarla via con sé, strappandola a una vita assurda, avvilente e pericolosa. Una sorta di fiaba sullo stile del pluripremiato “Pretty Woman”, con Richard Gere annoiato milionario che finisce per perdere la testa per una maldestra e un po´ svampita prostituta impersonata da Julia Roberts.

Un fenomeno di questo tipo è isolato, frequente o magari può rappresentare una fattispecie inquadrabile scientificamente?

È quello che si sono chiesti due sociologi statunitensi, che hanno cercato di trovare risposta alle proprie perplessità attraverso uno studio ad hoc.

 

Un uomo su tre si innamora della prostituta
A conclusione della loro ricerca, gli specialisti Usa sono stati in grado di elaborare un dato sorprendente: un uomo su tre, di quelli che abitualmente sono dediti al sesso a pagamento, si innamora della prostituta di turno. Un numero talmente importante da finire pubblicato sulla rivista scientifica “Men and Masculinities”.

 

Leggi anche:  Identikit del partner che tradisce

 

Lo studio
La ricerca, che ha analizzato oltre 2.400 inserzioni on line su siti specializzati che hanno una bacino di clienti di circa un milione di persone, ha verificato che i maschi assidui frequentatori di escort e prostitute nel 33% dei casi sviluppa nel tempo sentimenti d´affetto e amore nei confronti delle ragazze che offrono sesso a pagamento.

 

 

Leggi anche: Troppo porno rende stupidi. Ma a volte no.

 

Necessità di un legame
“Negli ultimi anni”, ha spiegato Christine Milrod, autrice della ricerca”, si è verificata una graduale normalizzazione della prostituzione, con clienti che in maniera regolare frequentano sempre la stessa donna e confessano di aver maturano verso la partner, non solo il desiderio di una rapporto sessuale, ma la necessità di un legame sentimentale”.

I ricercatori accreditano   la tesi che casi del genere dimostrano una crescente difficoltà relazionale di molti uomini  che sono insicuri, incerti, timorosi nell’affrontare un rapporto con l’altro sesso nel modo competitivo che la attuale società propone e, dunque, si sentono rassicurati nel rapporto a pagamento che , in quanto clienti, li esime dall’obbligo di apparire seduttivi e di compiacere l’altro sesso.

 

Quanto sei fissato con il porno? Scoprilo con IL TEST

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}