Salute e benessere; stare bene con Staibene.it


Home page  » Salute  » primi piani 


Dolore ai piedi? Tutte le cause possibili

11/10/2013

piede dolore patologie

Come riconoscere i sintomi, come agire per risolvere i problemi


Fascite plantare, se il dolore è alla pianta del piede
I dolori sotto il piede possono limitare molto la vita di tutti i giorni e sarebbe un errore banalizzarli e trascurarli. Molto spesso è lo stesso paziente che ne attribuisce la responsabilità a scarpe inadeguate o a un durone sotto il piede.
Scopriamo come si riconosce la fascite plantare, come si previene e cura.

Cos'è la fascite plantare
Il dolore dovuto ad una fascite plantare può manifestarsi quando c'è una sollecitazione eccessiva, come, per esempio, nel caso della corsa.
Quando si presenta la prima volta si può avvertire un dolore sotto il piede, più forte nella zona del tallone e che mano mano si intensifica sempre più. Questo dolore è dovuto ad una infiammazione della fascia plantare, una banda fibrosa e grossa di tessuti, che va dal calcagno alla base delle dita del piede.
Da cosa dipende? Una della cause più comuni è il piede piatto.  Non solo. L’insorgere di questa patologia può essere ricondotta a una ridotta estendibilità del tendine di Achille e della muscolatura posteriore della gamba e della coscia.
Come si può capire se si tratta di fascite alla pianta del piede? Se l'infiammazione è di modesta entità il dolore tenderà a diminuire non appena si scaldano i muscoli, ma potrà aumentare di intensità se si continua ad usare il piede interessato.

Come si previene l'infiammazione
Se praticate regolarmente la corsa ecco qualche regola alla quale attenervi:

  • prima di dedicarvi alla corsa vera e propria riscaldate e allungate i muscoli; posteriori della gamba con qualche esercizio di stretching;
  • camminate sul bordo esterno del piede per qualche minuto;
  • afferrate delle palline di vetro poste a terra con le dita dei piedi;
  • afferrate una matita con le dieta del piede e camminate sui talloni cercando di trattenerla.


Come si cura
Se il dolore sotto la pianta del piede si ripete più volte, è peferibile rivolgersi al medico, che valuterà se si è in presenza proprio di questo tipo di infiammazione.
La prima cura raccomandata sarà, molto probabilmente, il riposo assoluto per un periodo che varia da sei settimane a circa quattro mesi. L'errore più comune è riprendere a correre quando l'infiammazione e il dolore non sono passati del tutto.

Tra le terapie più indicate per questo tipo di infiammazione ci sono:

  • la mesoterapia a base di microiniezioni di farmaci antinfiammatori;
  • la ionoforesi;
  • laser;
  • ultrasuoni;
  • tecarterapia, una tecnica che stimola energia dall'interno dei tessuti, attivando i naturali processi riparativi e antinfiammatori.

 


Commenti

emilia, 22-03-14 23:25:
Aiutatemi.ho un continuo male allw gambe e ai talloni..lavoro come commessa.sto tanto in piedi dalla mattina alla sera. Allora da alcuni mesi ho notato la sera quando arrivo a casa mi vedo dietro I talloni formatasi delle dune, segno sia al piede sx come al piede dx segni come se avessi avuto delle calze strette.ma in realta no..e mi rimane quel segno..ripetto, ho tanto mal di piedi e ultimamente porto le scarpe con un po di tacco ma inultile.il dolore rimane.per favore dittemi cosa fare e dove andare da uno specialista bravo e professionale.
Invia il tuo voto...
Voto: 3.0 di 5. 21 voto(i).  Clicca sulle stelline.
Antonella, 15-10-13 11:07:
anche io soffro di dolori alle caviglie, soprattutto appena mi alzo dal letto, e a tutte le articolazioni del corpo.. anche polsi ginocchia.. l'ortopedico in effetti mi ha prescritto gli esami del sangue con emocromo.. ecc.. ma leggendo non mi pare di capire che ci sia la mia problematica..
Invia il tuo voto...
Voto: 2.8 di 5. 17 voto(i).  Clicca sulle stelline.
Claudio, 12-10-13 08:44:
Grazie Gianpietro,io è da qualche hanno che al mattino mi alzo con dolori ai piedi, dopo qualche passo il dolore scompare e questo succede anche quando faccio un riposino nel pomeriggio.Dalle lastre che ho fatto non risulta niente,forse ho il tuo stesso problema,chiederò al mio medico un esame dell'emocromo,grazie e cordiali saluti.
Invia il tuo voto...
Voto: 3.1 di 5. 16 voto(i).  Clicca sulle stelline.
Giammpietro, 11-10-13 21:50:
Il dolore alla pianta del piede e alle dita può essere causato anche dal valore dell' emocromo alto che supera il valore 50 e causa un addensamento del sangue e rende la circolazione periferica molto difficile. E' accaduto a me che ho fatto molti esami e nessun podologo è stato in grado di stabilirne la causa, nemmeno con l'ecografia. Tutte le diagnosi parlavano di fascite plantare, sindrome del tunnel tarsale o sindrome di uno studioso straniero di cui ora non ricordo il nome. Consiglio prima di tutto un esame del sangue e il controllo del valore dell'emocromo che non deve superare il 50.
Invia il tuo voto...
Voto: 2.7 di 5. 9 voto(i).  Clicca sulle stelline.

Aggiungi un commento

* campi obbligatori

*



*

Immagine CAPTCHA per prevenire lo SPAM
Se non riesci a leggere la parola, clicca qui.
*

Risorse utili

Cerca il pesce di stagione
Cerca il pesce di stagione

Lo strumento per scoprire quali sono i tipi più freschi nei vari periodi dell'anno


Malattie a trasmissione sessuale
Vacanze, tutto sulle malattie a trasmissione sessuale

Dalla sifilide all'Aids, passando per gonorrea ed epatiti


Check up del cuore
Check up del cuore

Come prendersi cura dell'organo più importante


Calcola alcolici
Calcola alcolici

Quanti alcolici potrò bere stasera?