Salute e benessere; stare bene con Staibene.it


Home page  » Salute  » articoli 


Vivere senza cistifellea: le regole

19/12/2013
calcoli alla cistifellea

aumenta carattere

testo

diminuisci carattere


Quando si presentano complicanze dei calcoli alla cistifellea (ittero ostruttivo, pancreatite acuta) si procede all’intervento. E dopo cosa succede? Come vive colui al quale viene asportata la cistifellea?
Il corpo si adatta: la bile passa direttamente dal fegato al duodeno (il primo tratto dell'intestino), continuando a svolgere la sua funzione digestiva dei grassi.
Ma la dieta deve essere sana e equilibrata:

  • limitare o eliminare fritti, le uova, le carni o i formaggi troppo grassi;


  • bere latte parzialmente scremato;


  • preferire yogurt magro a quello intero.



E consigliabile mangiare  almeno un paio di porzioni di verdura al giorno Nelle prime settimane dopo la colecistectomia la dieta deve essere a basso contenuto di calorie e grassi. Poi i cibi più grassi verranno reintrodotti con moderazione, a seconda di come reagisce il paziente.
La stessa dieta deve essere seguita anche se la colecistite è stata curata solo per via farmacologica. In questo caso, importante è la regola dei cinque piccoli pasti: è essenziale non saltare la colazione, il pranzo, la cena, gli spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio e mangiare a intervalli regolari In questo modo si potrà mantenere la colecisti attiva, evitando che la bile ristagni e che si possano formare i calcoli.




Su questo argomento leggi anche:



Ti è piaciuto questo argomento?

Invia il tuo voto...
Voto: 5.0 di 5. 1 voto(i).  Clicca sulle stelline.


Commenti

Nessun commento

Aggiungi un commento

* campi obbligatori

*



*

Immagine CAPTCHA per prevenire lo SPAM
Se non riesci a leggere la parola, clicca qui.
*