Salute e benessere; stare bene con Staibene.it


Home page  » Salute  » articoli 


Come vivere senza cistifellea: la dieta

Quando si presentano complicanze dei calcoli alla cistifellea si procede all’intervento. E dopo? Come si vive senza cistifellea? Ecco quello che devi sapere.

19/12/2013
calcoli alla cistifellea

aumenta carattere

testo

diminuisci carattere


Quando si presentano complicanze dei calcoli alla cistifellea (ittero ostruttivo, pancreatite acuta) si procede all’intervento.



E dopo cosa succede? Come vive colui al quale viene asportata la cistifellea?
Il corpo si adatta: la bile passa direttamente dal fegato al duodeno (il primo tratto dell'intestino), continuando a svolgere la sua funzione digestiva dei grassi.


Ma la dieta deve essere sana e equilibrata:
Possiamo dunque fare a meno della colicisti,  e potremo condurre una vita normale ma ad una condizione: che cambi il nostro modo di mangiare.





Del resto senza la colecisti la digestione dei grassi è diventata molto più laboriosa per l'organismo.
Ecco dunque qualche utile consiglio per una dieta adatta a chi la colicisti non ce l'ha più.







E consigliabile mangiare  almeno un paio di porzioni di verdura al giorno.


Nelle prime settimane dopo la colecistectomia la dieta deve essere a basso contenuto di calorie e grassi. Poi i cibi più grassi verranno reintrodotti con moderazione, a seconda di come reagisce il paziente.
La stessa dieta deve essere seguita anche se la colecistite è stata curata solo per via farmacologica. In questo caso, importante è la regola dei cinque piccoli pasti: è essenziale non saltare la colazione, il pranzo, la cena, gli spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio e mangiare a intervalli regolari. In questo modo si potrà mantenere la colecisti attiva, evitando che la bile ristagni e che si possano formare i calcoli.


Su questo argomento leggi anche:



Ti è piaciuto questo argomento?

Invia il tuo voto...
Voto: 5.0 di 5. 1 voto(i).  Clicca sulle stelline.

Commenta


commenta




fertilometro

Calcola i tuoi giorni fertili

Lo strumento che ti aiuta a scoprire il periodo dell'ovulazione

Quando hai avuto le ultime mestruazioni?
(indicare il giorno di inizio del ciclo)

Ogni quanti giorni hai di solito il ciclo mestruale?

Staibene.it non è responsabile dei risultati proposti da questo strumento, che non sostituisce il parere del medico.