• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.935 visite

Riscaldamento muscolare, come preparare il fisico allo sport

A cosa serve, come si effettua e chi dovrebbe fare sempre l’esercizio fisico prima di uno sforzo atletico

Che cos’è il riscaldamento
Chiunque pratichi o abbia praticato lo sport, anche a livello amatoriale, ha sentito parlare del riscaldamento. Prima dello sforzo, l’organismo ha bisogno appunto di scaldarsi. E la gran parte di noi, se non altro per imitare i campioni che vede in tv, cerca di fare qualche movimento per preparare il corpo alla gara, alla fatica dell’impegno sportivo che sta per affrontare.
Il fatto è che non è detto che quei movimenti siano giusti e dunque facciano davvero bene al nostro fisico. Non solo: la gran parte delle persone che "fa riscaldamento" prima di uno sforzo, non sa neanche a cosa serva davvero, come funzioni, quali parti andrebbero più curate.  
Il riscaldamento pre allenamento e quello pre gara sono sempre stati considerati indispensabili. Ma in che cosa consistono? E quali differenze ci sono tra loro? Vediamo.

1) Il riscaldamento prima di un allenamento: ha lo scopo di prevenire gli infortuni, muscolari (stiramenti, strappi, ecc.) e articolari (distorsioni, ecc.).

2) Il riscaldamento prima di una gara: serve, oltre che a scopo preventivo, così come quello pre allenamento, anche a rendere ottimale la prestazione; cioè a farle raggiungere l’effettivo massimo livello consentito al soggetto, sfruttando il più possibile tutte le sue qualità: muscolari, metaboliche e psicologiche.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}